DARIO FRANCESCHINI AL MANN per ZEUS in TRONO

Un piccolo frammento del bracciolo del trono è stata la prova che ha convinto il Getty Museum ha restituire la statua di Zeus in Trono databile intorno al 100 a.C. e momentaneamente esposta al MANN di Napoli. A rivelarlo i super esperti della Guardia di Finanza che hanno condotto le indagini coordinate dalla Procura di Napoli. La cerimonia di ‘svelatura’ della preziosissima statua probabilmente appartenuta ad una delle ville dei Campi Flegrei è avvenuta alla presenza del Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, del direttore del MANN, Paolo Giulierini e dei vertici giudiziari napoletani e della Guardia di Finanza. La statuetta alta 74 cm potrebbe essere stata oggetto di culto  nella cappella privata di una ricca dimora patrizia, in ogni caso le numerose incrostazioni marine fanno supporre un prolungato periodo di immersione in mare, con un lato intatto perchè probabilmente protetto dalla sabbia. Ed anche questa circostanza fa propendere per l’appartenenza ai fondali dei Campi Flegrei, fondali appunto sabbiosi. Nel corso delle indagini gli esperti avrebbero fatto anche l’ipotesi che la scultura potrebbe essere appertenuta ad una villa romana di Capri. Ma i fondali capresi sono piuttosto rocciosi come conferma la conservatrice del MANN, Valeria Sampaolo.

La statua fu trafugata negli anni ’80 mentre nel 1992 il Getty Museum l’aveva acquistata sul mercato dell’antiquariato.

Commenti

commenti