In mattinata il Prefetto Gerarda Maria Pantalone, ha presieduto una  riunione allargata  del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica relativamente alla  visita del Santo Padre in programma il prossimo 21 marzo.

All’ incontro, risultato di  un’intensa attività di coordinamento avviata  a gennaio,  erano presenti  i Vertici   della Gendarmeria  e  dell’Ispettorato  di P.S. presso il Vaticano nonché i Rappresentanti dell’Amministrazione regionale e dei comuni di Napoli e Pompei, della Curia Arcivescovile di Napoli,  della Curia di Pompei, dell’Autorità Portuale,   della Capitaneria di porto, e i Vertici delle Forze di Polizia e del Comando prov.le VVF.

Sono stati definiti   gli  aspetti della  cornice di sicurezza  dell’evento che vedrà il concorso, in un’ottica di sistema, di tutte le Forze di polizia,  della Polizia locale, del volontariato di protezione civile nonché dei volontari messi a disposizione dalle Parrocchie della Diocesi che integreranno le specifiche attività di tutela svolte dalla Gendarmeria e dall’Ispettorato presso il Vaticano.

 Esaminati  i profili della sicurezza relativi all’organizzazione, all’itinerario, alle tappe del programma papale, anche a seguito di specifici sopralluoghi e approfondite le modalità di impiego  di uomini e mezzi  per  garantire l’ordinato e sereno svolgimento delle manifestazioni religiose, consentendo, nel contempo, la continuità  dei servizi pubblici essenziali  e  della mobilità urbana.

In previsione di un notevole afflusso di fedeli  provenienti anche da regioni diverse dalla Campania, sul sito internet della Prefettura  sono state pubblicate  le indicazioni  per raggiungere  le località ove avranno luogo  gli eventi principali della visita del Papa,  utili  a chi  viaggia in auto, treno  o bus.  Sono disponibili anche le prescrizioni per la circolazione dei veicoli con i relativi divieti di sosta e transito.

 “ Consapevole dei disagi che, comunque, un grande evento comporta, confido nella sensibilità e nella preziosa collaborazione dei cittadini”, ha detto il Prefetto Pantalone ed ha   evidenziato  “come sia importante che  ognuno si renda parte attiva   rispettando ogni  regola e prescrizione  per la migliore riuscita della visita di Sua Santità così attesa  dalla città”.

 Dalle 21 di venerdì 20 marzo e fino a cessate esigenze  sarà attiva in Prefettura  la Sala di coordinamento che, con la costante presenza dei Rappresentanti di Istituzioni ed  Enti preposti alla sicurezza e alla gestione di servizi pubblici, ed in collegamento con le Sale operative della Questura e dei Carabinieri,  avrà il compito di monitorare ogni fase del programma   per prevenire e risolvere eventuali criticità.

L’Anm via Social fa sapere che i bus in occasione della visita del Papa saranno gratis.

Commenti

commenti