Tra i produttori di eccellenza a Vinitaly 2015  a rappresentare il meglio del Made in Italy del settore vitivinicolo: i vini della Campania con TerredorA. Quest’anno tra l’altro, Wine Spectator  ha  selezionato  il CampoRe 2010 tra i migliori 14 vini bianchi d’Italia e riconferma Terredora tra le 103 aziende d’eccellenza. I prestigiosi riconoscimenti premiano il lavoro e l’impegno della azienda di Montefusco.   I critici americani puntano su vini bianchi straordinari come CampoRe che proveniente dal vigneto Lapio, 100 per cento di vitigno Fiano, è frutto della vendemmia tardiva di uve selezionate, raccolte a fine ottobre.

Nel Padiglione/Hall 6 Stand B4, Terredora  presenta la 21° Vendemmia ed in particolare i vini Fiano di Avellino Ex Cinere Resurgo e Fiano di Avellino CampoRe,  Greco di Tufo Loggia della Serra e Greco di Tufo Terre degli Angeli, Taurasi Fatica Contadina, Taurasi Pago dei Fusi e Taurasi Riserva CampoRe, Il Principio Aglianico Irpinia, Rosaenovae Irpinia, Falanghina Irpinia e Falanghina Campania, Aglianico Campania, Coda di Volpe Campania, Lacryma Christi del Vesuvio Bianco e Rosso, nonché ricercatezza come la Grappa Lapiana Monovitigno da vinacce di Aglianico, Fiano e Greco e l’Olio extravergine d’oliva.

In esposizione, dunque, una carrellata di vini che confermano la capacità di un’azienda che da 21 anni, grazie ad un’autentica tradizione familiare punta su ambiente, qualità e tecnologia. Walter, Paolo e Daniela Mastroberardino, continuando quando già fatto con Dora e Lucio Mastroberardino, lavorano per fare di Terredora una realtà sempre più di rilievo vitivinicolo sia sulla scena nazionale che internazionale. E’ un impegno quotidiano che parte dalla consapevolezza di avere vitigni straordinari in una terra unica quale la Campania e l’Irpinia in particolare. Unendo amore, tradizione e tecniche si producono vini che continuano ad essere apprezzati da consumatori esperti e non. La scelta nel 1978 di riscoprire vitigni autoctoni della Campania: Aglianico, Fiano, Greco e Falanghina è oggi più che mai attuale tanto da far attribuire all’azienda Terredora attraverso i suoi vini numerosi e prestigiosi riconoscimenti nazionale ed internazionali.

Commenti

commenti