Il Museo delle Carrozze di Villa Pignatelli riaperto al pubblico da circa un anno potenzia l’offerta per visitatori e turisti. Due sale espongono oltre 500 tra morsi, frustini ed altri finimenti delle carrozze ottocentesche. Un patrimonio conservato nei depositi ed ora esposto al pubblico che propone un approfondimento culturale sul mondo dei cavalieri e dame che nell’800  usavano le carrozze. Da frustini con manici in avorio per i cavalieri piu’ esigenti  ai morsi tortura per i cavalli ribelli. E’ uno spaccato dell’800 che e’ stato presentato dalla neo respXonsabile per il Polo Museale della Campania, Mariella Utili, anche in occasione della parziale chiusura di villa Pignatelli per lavori di manutenzione. Il sito, tra le piu’ belle residenze aristocratiche di Napoli, chiude per sei mesi nella parte principale e nel giardino. “Il Polo museale come da recente riforma e’ un insieme di luoghi grandi come Palazzo Reale e piccoli, ma non per questo meno importante, come il museo di Montella. Siamo ancora nella fase di riorganizzazione ed e’ presto annunciare progetti. E’ una sfida importante che abbiamo dinanzi tutti”.

Il Polo Museale della Campania conta 22 siti museali ubicati nelle cinque province della Campania.

 

 

 

 

Commenti

commenti