Sole, cieli azzurri, odore di primavera: bentrovata  Villa Lysis a Capri,  storica dimora del Conte Fersen,  che il 30 aprile riapre i battenti, con la ripresa della rassegna “Panorama Letterario”, a cura dell’associazione Ápeiron,  patrocinata dalla Città di Capri. Il delta delle sensazioni: Anaïs Nin, reading  poetico letterario,  primo appuntamento di sabato 30 aprile alle ore 16,00. 

Un calendario composto da nove interessanti appuntamenti che da aprile a dicembre renderanno Villa Lysis un vero e proprio teatro en plein air dove poesia, musica e danza saranno protagoniste indiscusse. “Panorama Letterario”, iniziativa letteraria di piena lode e valore, che nel 2015 ha coinvolto oltre 15 artisti tra attori professionisti, cantanti, musicisti e ballerini ed un pubblico di circa 700 spettatori, davanti ad un panorama unico al mondo, celebra in questa edizione  “l’amore che non osa pronunciare il suo nome”,  con particolare attenzione all’universo femminile e alla letteratura omoerotica legata a grandi scrittori e soprattutto scrittrici, tra cui Alda Merini, Marguarite Yourcenar, Virginia Woolf,  Sibilla Aleramo.

Ne “Il delta delle sensazioni”, attenzione puntata su Anaïs Nin, una delle più controverse autrici del Novecento,  donna affascinante, cosmopolita, che destò scalpore con la pubblicazione dei suoi racconti a contenuto erotico e per la liaison sentimentale avuta con lo scrittore Henry Miller e la moglie, June Mansfield. Lo spettacolo caprese vedrà Sabrina Augusto, nel ruolo di  Anais Nin;  giovane attrice napoletana, tra i fondatori di Do.Te. Teatro, Compagnia Teatrale che si prefigge l’obiettivo di diffondere l’Arte della recitazione, dai Maestri del Teatro classico fino ai nuovi linguaggi. Ad interpretare Henry Miller, Ciro Fiengo, attore e regista, formatosi  nei teatri sperimentali di Napoli, tra cui il Teatro Spazio Libero ed il Teatro Tasso. Autore, interprete e regista di numerosi cortometraggi, collabora anche con diverse produzioni di video-making attive sul territorio campano.

“La fonte del potere sessuale è la curiosità, la passione. Lei sta lì a guardare questa fiammella morire d’asfissia. Il sesso non prospera nella monotonia. Senza sentimento, invenzioni, stati d’animo, non ci sono sorprese a letto. Il sesso deve essere innaffiato di lacrime, di risate, di parole, di promesse, di scenate, di gelosia, di tutte le spezie della paura, di viaggi all’estero, di facce nuove, di romanzi, di racconti, di sogni, di fantasia, di musica, di danza, di oppio, di vino”: Anais , non solo scrittrice di letteratura erotica, ma anche grande esploratrice dell’animo umano.  Nata a Neully, nelle vicinanze di Parigi, il 21 Febbraio 1903, passò la sua infanzia in varie parti d’Europa.  Durante un  lungo viaggio in America, Anaïs scoprì per la prima volta la passione per la scrittura. Il mondo, attraverso gli scritti di Anaïs,  è un mondo ricco di fascino e di meraviglia: anche le piccole cose, le persone più insignificanti vengono descritte con amore e profondità, ma soprattutto con curiosità. Una vita intensa e profondamente vissuta, quella della Nin, che a questo proposito diceva: “La vita ordinaria non mi interessa. Cerco solo i grandi momenti… Voglio essere una scrittrice che ricorda agli altri che questi momenti esistono”.

Di più, di lei  non raccontiamo, passando il testimone al “Panorama Letterario”  made in Capri.

 

 

Commenti

commenti