Dal Sud Italia, un nuovo ambiente didattico online ad alta innovazione tecnologica e con un’interfaccia rivoluzionaria. La piattaforma universitaria online è stata varata dalla Federico II nell’ambito del portale Federica.eu. Partono i primi 40 corsi ad accesso libero e gratuito di prestigiosi docenti italiani, per un totale di 600 lezioni, 10mila slide, 1.800 video, 3mila immagini

Federica.eu è un portale Web Learning interamente dedicato ai MOOC (Massive Open Online Courses), corsi online nati negli USA nel 2011e pensati per una formazione a distanza che coinvolga un numero elevato di utenti. I MOOC, aperti e, soprattutto, gratuiti, hanno generato un vero e proprio terremoto culturale, spalancando le porte alla divulgazione della conoscenza.

La nuova piattaforma è presentata oggi, 15 aprile, presso la sede del Rettorato dell’Università di Napoli Federico II, dall’Assessore alla Ricerca scientifica della Regione Campania Guido Trombetti, dal Rettore della Federico II Gaetano Manfredi, dal Responsabile scientifico di Federica Web Learning Mauro Calise e dal Direttore del SOFTel – Centro di Ateneo per l’Orientamento Luigi Verolino.

L’Università Federico II raccoglie la sfida dei MOOC con un’esperienza decennale nell’e-learning e con una visione a 360 gradi delle grandi potenzialità di apprendimento che Internet può offrire.

Federica.eu, infatti, nasce nell’ambito di Federica Web Learning, il progetto open access dell’Ateneo federiciano, per lo sviluppo e la diffusione di contenuti didattici di alta formazione, promosso nel quadro dei fondi strutturali europei (FSE e FERS), coniugando gli aspetti formativi con quelli di ricerca e innovazione.

Con Federica i MOOC parlano finalmente italiano: un nuovo formato didattico diviene un prodotto Made in Italy, grazie ad un Ateneo italiano, su una piattaforma italiana. I corsi, realizzati con la cura del dettaglio e il senso del bello che il mondo riconosce al bel Paese, sono a misura di studente, potenziando l’ambiente multimediale dei nativi digitali.

Il formato della nuova piattaforma è altamente innovativo, frutto di anni di sperimentazione tecnologica e creatività intellettuale. Esso consente di ascoltare le lezioni e, al tempo stesso, leggere i testi, sia del docente che dei link, come fonti per approfondire lo studio online. E con un’interfaccia semplice, flessibile e unica per ogni corso, docente, materia, che rende il nuovo ambiente tecnologico rapidamente familiare.

Le pagine appaiono come un block notes, su cui è possibile sottolineare un passaggio più interessante, prendere appunti, commentare una formula e condividere contenuti con la classe virtuale attraverso i canali social. Fondendo, così, la chiarezza del testo scritto con l’immediatezza e flessibilità del contatto multimediale. Sulla destra del block notes è posizionato il PLEIN (Personal Learning Environment Interactive Navigator) uno smartphone virtuale che rappresenta l’avanguardia nelle nuove metodologie di insegnamento. Potente e intuitivo, user-friendly, consente di personalizzare il percorso di apprendimento. E’ in questo ambiente che è possibile visualizzare i contenuti dei link alle fonti in Rete presenti sui testi dei docenti. Sempre con il Plein si può rimanere in contatto con i compagni di studio.

La piattaforma Federica.eu prevede un’offerta didattica iniziale che parte con 40 corsi ad accesso libero e gratuito, con la possibilità di ricevere crediti universitari. In totale 600 lezioni, 10.000 slide, 1.800 video, 3.000 immagini. Con questi numeri l’Università Federico II rappresenta un’esperienza didattica inedita in Italia. I contenuti, a cura di docenti d’indiscussa autorevolezza scientifica anche di altri atenei e istituti di ricerca, su un modello di apprendimento “web intensive”, spaziano dai fondamentali di base ai temi di particolare attrattiva per l’opinione pubblica. Si va dall’Introduzione alla Scienza politica alla Psicologia dello sviluppo cognitivo, dalla Letteratura italiana alla Comprensione del linguaggio, dalla Fisica a Developmental Robotics, dal Laboratorio di Restauro all’Organizzazione del patrimonio culturale, dalla Physics of Galaxies alla Biochimica o all’Ingegneria dei processi alimentari, solo per citarne alcuni.

Con Federica.eu si abbattono le antiche barriere territoriali e l’università esce dalle sue mura, rivolgendosi a una platea più ampia: dagli studenti delle superiori che cercano di orientarsi sulle scelte future al mondo in espansione del Lifelong learning. Non solo giovani, quindi, ma anche docenti, professionisti e semplici appassionati, che possono frequentare i corsi da qualunque luogo.

I MOOC targati Federica sono organizzati in maniera semplice e modulare:

Anteprima e trailer; Indice delle lezioni; Unità didattica;

Contenuti testuali; Video lectures; Link alle risorse in Rete.

Per agevolare lo studio, le lezioni sono corredate da immagini, testi facilmente leggibili, parole in grassetto, citazioni, audio e video. I corsi saranno pubblicati in diversi slot a partire dal 21 aprile prossimo. I primi 14 saranno online entro la metà di maggio, i restanti in autunno (elenco allegato).

I MOOC avranno un calendario stabilito per la pubblicazione delle lezioni. La durata sarà quella di un corso universitario tradizionale: da 6 a 8 settimane, con due lezioni settimanali. Ogni copertina dei corsi, visibile sulla piattaforma, indica titolo, docente, inizio e durata. In “Anteprima” è possibile leggere gli argomenti trattati ed iscriversi in pochi click, per ricevere tempestivamente tutti gli aggiornamenti relativi alle materie di interesse.

Uno dei punti di forza dei MOOC di Federica sono le “video lectures”. Tre per ogni lezione, con un formato agile e intenso, esse hanno una durata di circa 8 minuti. Nelle video lectures il docente riassume e mette a fuoco i contenuti delle slide. In questo modo si realizza una stretta integrazione tra il video e i testi di studio.

Altra caratteristica che offre Federica.eu è l’apertura verso la Rete e le sue fonti più accreditate: link a banche dati, cataloghi, archivi, permettono allo studente di conoscere opere, ricerche, selezionate dal docente per rendere il corso più completo. Va in questa direzione anche la collaborazione con la casa editrice Il Mulino, battistrada della innovazione editoriale online con le piattaforme Pandoracampus e Darwinbooks. Grazie alla partnership con Federica MOOC, sarà possibile l’accesso gratuito ad una selezione di titoli delle collane più prestigiose.

Commenti

commenti