Una Carmen al ‘neon’ ha aperto la stagione lirica del Teatro San Carlo di Napoli alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella. La regia di Daniele Finzi Pasca trasforma la sigaraia gitana di Siviglia, simbolo della donna  libera per eccellenza, in una perturbante donna luminosa. I neon e le luci sono le novita’  di questa interpretazione post moderna di una delle opere piu’ famose di Georges Bizet. “Penso che il pubblico napoletano l’ ha accolta bene. La scelta del neon e’ inconsuata ma cosa e’ consueto”, dichiara alla stampa il regista nella pausa del primo tempo.

Il fascino del capolavoro di Bizet non e’ turbato dalla performance non al massimo di Maria Jose Montiel, una Carmen un po’ rigida e non proprio sensuale come la ha immaginata da Bizet.

 

Alla prima blidatissima, le forze dell’Ordine hanno perquisito con il metal detctor ogni spettatore, hanno assistito alla prima il ministro Franceschini, il sindaco di Napoli, De Magistris, il presidente della Regione Campania, De Luca,  imprenditori come D’Amato, Faraone Mennella, Lettieri, magistrati come Tesauro, e Bassolino, Maddaloni, Monti, Zanda, Carloni, Sannino, Nardella, Vespa, Leonetti, Visone, Cappelli.

Commenti

commenti