Breaking news
  • No posts where found
0°C Can't get any data. Weather

,

Itinerario Contemporaneo

Darren Bader al MADRE

(@mined_oud) è il titolo della prima mostra personale in un’istituzione pubblica italiana di Darren Bader (Bridgeport, CT, 1978), uno dei più sperimentali artisti internazionali delle ultime generazioni. Un titolo che si rivela un gioco di parole che potrebbe o non potrebbe derivare dalla lettura in senso contrario dell’indirizzo email dell’artista e che propone un’assurda sinestesia fra il nome di un’essenza orientale, l’allusione all’esaurimento di un filone minerario e l’apparente generazione di

Giornate Contemporaneo, al PLART Mario Coppola

La Fondazione Plart presenta Cosmogonie, prima mostra personale dell’architetto Mario Coppola, a cura di Angela Tecce, Direttore della Fondazione Real Sito di Carditello. L’esposizione inaugura il 14 ottobre 2017 presso la sede del Plart in occasione della Tredicesima Giornata del Contemporaneo indetta da AMACI – Associazione dei Musei d’arte contemporanea italiani e abiterà i suoi spazi fino al 22 dicembre 2017. Mario Coppola (1984), architetto e designer napoletano, sperimenta nei

Steven Cox in mostra

Alla galleria Annarumma ( via del Parco Margherita 43 Napoli) mostra di Steven Cox sino al 10 dicembre 2016 intitolata “Language Barrier”. E’ seconda personale dell’artista con la galleria.   La nuova serie di dipinti di Cox esamina il conflitto visivo che nasce attraverso la fusione di diversi linguaggi pittorici. Le opere sono una ulteriore testimonianza della pittura intesa come linguaggio visivo intensificato. Nelle opere in mostra infatti, la matericità

Carditello ritornano i cavalli borbonici

Carditello ritornano i cavalli borbonici. Carditello rinasce come polo equestre.  I cavalli di Persano razza pregiata di origine campana sono ritornati a sgambare nella pista reale di Carditello. Oggi il primo atto ufficiale di un progetto che la Fondazione Carditello intende realizzare. Dopo secoli ritornano i cavalli nella tenuta agricola di Carlo di Borbone che la fece costruire per allevare anche i cavalli della vicina Persano con cui andava a

Napoli un monastero diventa Medina dell’Arte

Napoli un monastero diventa Medina dell’Arte Inerpicandosi lungo salita San Raffaele non si immaginerebbe di entrare oggi in una Casa dell’Arte, che Achille Bonito Oliva chiama ‘la Santa sede dell’Arte’ in omaggio alla precedente destinazione: monastero dell’Addolorata. Ed, invece, l’ex complesso conventuale è proprio una  Casa dell’Arte (le iniziali maiuscole sono d’obbligo per rendere l’importanza del sito), progettata in questa funzione da  Giuseppe Morra. Da palazzo nobiliare, palazzo Ayerbo D’Aragona

Palazzo Ayerbo D’Aragona Cassano diventa Casa Morra

Palazzo Ayerbo D’Aragona Cassano, un palazzo settecentesco, al cui interno c’è una particolare scala di Ferdinando Sanfelice, diventa Casa Morra ed apre con un primo evento il prossimo 28 ottobre con John Cage – Marcel Duchamp – Allan Kaprow. Ma il complesso di 4.200 mq, che sarà gradualmente ristrutturato per accogliere l’ampia collezione Morra: oltre 2000 opere presentate con percorsi tematici e focus su artisti,  è un viaggio nella storia dell’arte

Napoli con Ponticelli capitale della street art

Napoli con Ponticelli capitale della street art Napoli, con il Parco Merola di Ponticelli, si appresta a diventare una delle capitali europee della street art. L’ultima opera realizzata ieri, in occasione dal 450esimo anniversario dalla nascita di Giambattista Basile(ndr tra quattro giorni), è “Lo trattenemiento de’ peccerille” (L’intrattenimento dei bambini), come il sottotitolo de “Lo Cunto de li cunti” dell’autorevole firma della letteratura napoletana, e desidera essere un invito alla

Napoli by smart phone il progetto di liceali fotografi per il MADRE

Napoli by smart phone, il progetto di liceali fotografi per il MADRE Trenta studenti del IV e V ginnasio, del liceo G.Vico di Napoli, divisi in cinque gruppi, utilizzando il proprio smart phone, fotografando edicole votive, porte di accesso ai ‘bassi’, finestre, cassette per le lettere, stendi-panni, paletti, tubi dell’acqua, cavi, condizionatori e inoltre insegne, graffiti e necrologi, hanno prodotto più di 24mila immagini da cui sono stati selezionato scatti

Tutti in uno per l’Arte contemporanea

Non c’ è cosa più piacevole che giungere ad una conferenza stampa nel cuore di Napoli, e trovarsi in un ambiente distinto, pieno di giovani napoletani e non, under quarantenni, eleganti, e con tanta voglia di fare. Stiamo parlando della conferenza stampa di presentazione di Smartup Optima, tenutosi a Napoli al Corso Umberto I, nella sede della Optima Italia Spa, evento curato da Chiara Pirozzi. Giunto alla seconda edizione, è

Galleria Raucci Santamaria, il Sonno in mostra

“The Missing Hour: Rhythms and Algorithms” è la terza personale di Danilo Correale presso la Galleria Raucci Santamaria di Napoli. La mostra è costruita interamente attorno ad una serie di nuove opere che fanno riferimento alla ricerca dell’artista sullo spazio del sonno come campo politicamente rilevante, che prendono forma da svariati apparati scientifici, storici e produttivi che rivelano la complessità sociale dell’apparentemente banale atto di dormire. Correale costruisce una tesi secondo