Tempio di Iside, riprendono gli scavi archeologici

Riprenderanno gli scavi archeologici nel tempio di Iside. Il monumento archeologico una tra le più antiche testimonianze dedicate alla divinità egiziana meglio conservate, II sec. a.c., che è stato riaperto al pubblico con un nuovo percorso di fruizione, sarà al centro di nuovi studi e scavi. Ad annunciarlo il soprintendente di Pompei, Massimo Osanna, nell’ambito della presentazione della nuova mostra sull’Egitto a Pompei,  che apre domani al pubblico ed è allestita sino al 2 novembre nella Palestra Grande di Pompei.

“Con il Museo Egizio di Torino abbiamo avviato una collaborazione che intendiamo portare avanti anche attraverso nuovi scavi e studi. Del Tempio di Iside abbiamo la parte risalente al momento dell’eruzione del 62 . a.C. intendiamo approfondire gli studi già da quest’estate per andare oltre”.

La mostra che apre a Pompei è la seconda tappa del progetto Torino, Pompei, Napoli  nato dalla collaborazione del Museo Egizio, la Soprintendenza di Pompei, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli con Electa che propone un percorso con statue ed altri oggetti provenienti dal Museo Egizio all’interno della Palestra Grande di Pompei.

Commenti

commenti