Teatro in bottega. A Napoli si sperimenta la recitazione anche in luoghi diversi dal tradizionale palcoscenico. Il Nilo Museum shop, nel cuore di Napoli, alle spalle della statua del Nilo affida i suoi spazi anche alle performance di un attore come Peppe Barile, alle musiche e alle ambientazioni sonore di Lello Settembre e Daniele Sepe con i testi di Laura Del Verme che spiega il progetto.

In programma giovedì 23 ottobre, ore 19,00 con “La guerra di Spartaco“. Il capo amato e indiscusso di una ribellione che non fu capace di diventare rivoluzione. L’icona più famosa della libertà, profeta della futura rivoluzione proletaria e di un disegno liberatore, troppo utopico e troppo azzardato. Una storia di coraggio e di passione, di amore per la libertà pensata e messa in scena per la prima volta all’anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere, nella stessa suggestiva arena di Spartaco, e ora riadattata dopo il grande successo a un ambiente più intimo e di atmosfera.

Ultimo momento della rassegna è giovedì 30 ottobre, ore 19,00 con la figura leggendaria di Ipazia d’Alessandria Verso il cielo è rivolto ogni tuo atto“, dopo il successo della scorsa performance in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio. Una donna, un mito, simbolo della libertà di pensiero.

Peppe Barile è l’interprete d’eccezione di questa performance. Attore di teatro, collaboratore già di diversi progetti culturali di promozione dei siti archeologici campani; ma anche attore di cinema e serie tv con numerose collaborazioni con Luca Ronconi, Renato carpentieri, Bob Wilson, Claudio Mattone, Enrico Vaime; nonché Paolo Sorrentino, Angelo Antonucci, Antonio Hernandez dai quali è stato diretto.

I testi originali sono a cura di Laura Del Verme, archeologa che da anni sperimenta in collaborazione con il Mibact percorsi di didattica dell’antico e di storytelling.

L’evento è organizzato dall’associazione culturale Le parole Turchine che si pone come obbiettivo quello di progettare e divulgare eventi tesi a comunicare in maniera diversa senza rinunciare al rigore scientifico, il nostro patrimonio culturale e ad avvicinare, in forme più originali, un pubblico sempre più vasto e vario al mondo classico e alla storia del passato.

La formula di ingresso all’evento prevede l’acquisto di un gadget d’arte realizzato dalla bottega Nilo Museum shop del valore di 8€.

 

Commenti

commenti