Al via il Festival voluto dal direttore Paolo Giulierini, direttore artistico Andrea Laurenzi in collaborazione con Luca Baldini – Officine della Cultura, che comprende oltre 50 eventi dal 19 al 25 aprile. L’antemprima con un grande della musica Stanely Jordan.

Sarà Ray Wilson ad inaugurare mercoledì 19 aprile la serie di eventi in ‘prima serata’ del Festival con il concerto in trio dal titolo “An evening with…”.

Giovedì 20 aprile“Histoire du soldat”, opera di Igor Stravinski composta nel 1918 che intreccia teatro, danza e musica, nella versione diretta da Daniele Russo, che è anche voce narrante, direttore d’orchestra Luca Bagagli (Produzione del Teatro Bellini).

Tosca live venerdì 21 aprile: la cantante e attrice si esibirà in “Appunti musicali dal mondo” “Danzando spassiunatamente” con Peppe Servillo & Solis String Quartet è lo spettacolo serale di sabato 22 aprile, un omaggio alla cultura e alla canzone classica napoletana. Prodotto da Movimentoinactor Teatrodanza – Consorzio Coreografi Danza d’Autore, in collaborazione con AreaLive, ai violini Vincenzo Di Donna e Luigi De Maio, Gerardo Morrone alla viola, al cello e alla chitarra Antonio Di Francia. In scena i danzatori/interpreti Flavia Bucciero (autrice della coreografia), Elisa Paini, Laura Feresin, Sabrina Davini, Daniele Del Bandecca, Stefano Capitani, Franco Corsi.

Domenica 23 aprile Sergio Cammariere in “Io” (in sostituzione dello spettacolo di Gino Paoli e Danilo Rea precedentemente annunciato) alla voce e al piano, con Amedeo Ariano alla batteria, Luca Bulgarelli al contrabbasso, Bruno Marcozzi alle percussioni e Daniele Tittarelli al sax. Non poteva mancare un prezioso omaggio a Totò per i 50 anni dalla scomparsa: in scena lunedì 24 aprile “In arte Totò, viaggio nel mondo poetico e musicale di Antonio De Curtis” di Enzo Decaro e Liliana De Curtis. Lo spettacolo si sviluppa attraverso il linguaggio del reading musicale: sul palco Decaro ripercorrerà una parte della vastissima produzione poetica e musicale del principe De Curtis. Con lui Riccardo Cimino (chitarra, tastiere e sound design). Martedì 25 aprile chiusura affidata a Cristiano De André con “De André canta De André”guest artist opening Paolo Benvegnù.

Letteratura, musica, teatro, danza, con produzioni originali site-specific, ma anche scienza, arte, cinema, fumetti e nuove tecnologie: la manifestazione, primo Festival internazionale organizzato da un museo autonomo statale e costruito sui principi della valorizzazione dei Beni Culturali dettati dalla Riforma Franceschini, prevede mattinate per ragazzi, presentazioni di libri, grandi incontri (eventi compresi nel biglietto del museo) e sette serate nel Salone della Meridiana.

Per Informazioni:

– Da fisso: 848.800.288

– Da cellulare e dall’estero: 06.39967050.

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00; sabato dalle ore 9.00 alle ore 14.00.

– Infopoint ingresso museo dal venerdì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Partita da oggi giovedì 30 marzo, sul sito www.coopculture.it, la prevendita dei biglietti per gli eventi serali (21,30) del Festival MANN/Muse al Museo ospitati nel salone della Meridiana (12 euro). 

Commenti

commenti