Gran Gala di chiusura del Social World Film Festival 2017 in Penisola sorrentina dove buon cibo, benessere, artigianato, trasporti,  ospitalità, e commercio sono ingredienti per consentire agli ospiti, giornalisti e pubblico del Social World Film Festival di godersi una straordinaria rassegna.


Ha chiuso veramente in “magia” il Social World Film Festival 2017, come il tema di quest’anno, magia del cinema come della vita, con una parata di stelle del firmamento cinematografico italiano del momento, sul red carpet dell’Arena Loren, come viene ribattezzata Piazza Mercato di Vico Equense nei giorni della Mostra del Cinema Sociale. Il Gran Gala di chiusura del Festival, sabato 29 luglio, ha visto sfilare il regista Alessandro D’Alatri (presidente della Giuria di Qualità), l’attrice di cinema e tv Maria Pia Calzone, l’erede di Massimo Troisi Lello Arena, il gruppo della serie web sull’autismo Quello che vedo, con il regista Maurizio Casagrande, i protagonisti Fabio Fulco, Tiziana Di Giacomo, Vincenzo Catapano, gli autori, il mitico gruppo musicale folk-rock napoletano dei Foja, il divo delle fiction tv Giorgio Marchesi, l’attrice napoletana Monica Nappo, la bellissima attrice trans Vittoria Schisano, Salvatore Misticone (il mitico signor Scapece di Benvenuti al Sud) e anche un secondo (dopo quello di venerdi) red carpet per la madrina del Festival, Claudia Cardinale. La serata ha visto anche la premiazione dei vincitori di questa fortunata edizione del Social World Film Festival. Grande la soddisfazione dell’anima di questo Festival, il Direttore Generale Giuseppe Alessio Nuzzo, che ha realizzato il suo sogno di un Festival che fosse pura magia. Ha dichiarato il giovane e promettente regista: “Avere con noi Claudia Cardinale, icona da sempre di bellezza e stile del cinema mondiale, è stato un sogno realizzato, ma lo stesso festival è tutto un sogno realizzato e voluto fin da quando ero ragazzo. Sono cresciuto con Giffoni e vedevo che mancava in Italia un festival dei giovani che parlasse di sociale, e così nacque l’idea di realizzare il Social. Pura magia quest’anno avere con noi la Cardinale, ma la magia ha attraversato tutta la settimana della kermesse. Un calendario di eventi per tutte le età che si è snodato tutti i giorni dalle 10 del mattino all’una di notte, ed ogni sera grandi proiezioni gratuite per il pubblico in piazza di grandi titoli attuali. Un progetto, un altro sogno, di cui siano promotori anche noi come Social World Film Festival, essendo soci della società Nuovo Cinema Aequa, è che la Città possa avere presto una sua sala. Altro motivo di soddisfazione l’arrivo di gente da ogni Regione italiana, indiscusso segno di vitalità del nostro Festival, come testimoniato anche dal risalto mediatico e dai numerosi passaggi televisivi sulle emittenti nazionali”. Anche il Sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore, con la sua amministrazione, si è detto orgoglioso di vedere la sua città confermarsi location ideale di una mostra dal respiro sempre più internazionale: “Sono contentissimo soprattutto per la meravigliosa immagine della città che è stata data a livello nazionale grazie alla grandissima copertura mediatica. È questo la Vico di cui vogliamo che si parli. Abbiamo aggiunto tra le location anche il Castello Giusso, perchè vogliamo dare sempre il meglio a questa manifestazione che fa della Città la sua vetrina. Siamo riusciti quest’anno ad assemblare un programma di tutto rispetto anche quando le notizie economiche non erano confortanti, e cercheremo di fare sempre meglio. In autunno inizieremo già a lavorare tutti insieme per l’edizione del 2018”. La giornata di sabato era iniziata già intensamente con tante proiezioni a partire dalle 10 del mattino, e poi alle 15 nella Sala Rosi del Museo del Cinema la retrospettiva dedicata alla immensa carriera di Claudia Cardinale. Vera protagonista del Festival, la diva che ha lavorato coi nomi che hanno firmato la storia del cinema italiano (Luchino Visconti, Federico Fellini, Mario Monicelli, Totò, Marcello Mastroianni, Alberto Sordi,  Vittorio Gassman, Pasquale Squitieri), ha conquistato Vico con la sua allegria, gioia di vivere, semplicità e disponibilità, dichiarando, con spiccato anti-divismo, nell’intervista di venerdi sera con la presentatrice Roberta Scardola, quando ha ricevuto il Premio alla carriera (Golden Spike Award) e il titolo di Ambasciatrice del Museo del Cinema della Penisola Sorrentina: “Se ho avuto il successo che ho avuto lo devo al pubblico che mi vuole bene”.

 

Commenti

commenti