Shakespeare a San Giovanni a Teduccio. Apre all’interno di ex fabbrica metallurgica un nuovo teatro, il Teatro dei Mendicanti, The Beggar’s Theatre una sala da 120 posti che declinerà formazione e spettacoli in chiave di tradizione popolare ed innovazione. Non storie di camorra e degrado della Napoli simbolo per eccellenza del male ma storie popolari tratte dalla più alta tradizione teatrale saranno portate in scena in questo avamposto culturale sorto dalla sinergia tra Mariano Bauduin, presidente della compagnia ‘Gli Alberi di Canto Teatro’ Carmela Manco, presidente Onlus Figli in Famiglia, Patrizia Spinosi, cantante e attrice, Michele Boné, musicista e Mario Brancaccio attore. Un abbraccio intellettuale tra artisti ed operatori sociali ha reso possibile il varo di un progetto impegnativo ed unico nel suo genere. Il teatro nasce all’interno di una struttura che giorno dopo giorno dal 2000 è stata trasformata prima in luogo di aggregazione sociale ed oggi culturale. Una scommessa straordinaria che ha già portato sul versante artistico ad una corale per San Giovanni, al Teatro dei Mendicati ed a progetti specifici come ‘Palco Reale’ per sensibilizzare  le persone al melodramma ed avvicinarli ad alcune delle più popolari opere liriche composte tra il XVIII ed il XX secolo,  ‘Agamennone’, una iniziativa per avviare al mondo del lavoro giovani interessati all’arte della sartoria attraverso una serie di attività specifiche e la realizzazione di un laboratorio tecnico gestuale ‘Giulietta e il suo Romeo’ rivolto a giovani tra 15 e 25 anni che attraverso incontri sviluppa un percorso teatrale, mimico e vocale anche per indagare sulle tematiche più sentite dai giovani.

Commenti

commenti