Si parlerà della famiglia, dei minori, delle devianze minorili nel secondo “Incontro con l’autore” promosso dal Secondigliano Libro Festival per mercoledi 15 febbraio, alle ore 10,00, nel teatrino della Parrocchia dei Missionari dei Sacri Cuori al Corso Italia. L’occasione sarà dato dall’incontro con Maria Rosaria Amodio e Anna Menafro, autrici di “Il cuore continua a battere”, un agile volumetto sulla vita e le opere di Eduardo de Filippo, che contiene la riduzione a uso dei giovani di due delle più famore opere del grande drammaturgo napoletano, “Filumena Marturano” e “De Pretore Vincenzo”.

     Si tratta del secondo libro ai circa 240 studenti delle sei scuole medie del quartiere (dieci terze medie e due primo istituto) in questa quarta edizione del SeLF. Il libro è stato letto a casa e in classe dai giovani e discusso con i rispettivi insegnanti di lettere.

     Mercoledi gli studenti, come nelle precedenti occasioni, saranno protagonisti della manifestazioni e sottoporranno le autrici ad una serie di domande per soddisfare le curiosità sulle tematiche affrontate da Eduardo de Filippo nelle sue opere.

      Gli incontri rientrano nel “modulo lettura” del Secondigliano libro festival, che si svolge con il patrocinio del Comune di Napoli e dell’Ordine regionale dei giornalisti, con il contributo dello stesso Ordine e del Sindacato unitario giornalisti campania (Sugc), e con la collaborazione dei Missionari dei Sacri Cuori, della LS comunicazione, dell’Associazione arte presepiale, dell’Isis Vittorio Veneto. Il terzo incontro si svolgerà il 15 marzo e i giovani si confronteranno con gli autori di “Un giorno all’improvviso”. Il 24 maggio, stesso luogo stessa ora, sarà votato il libro preferito cui sarà assegnato il “Premio Sgarrupato 2017”.

    Intanto fervono i preparativi per l’allestimento del maxi libro che sarà prodotto nell’ambito del “modulo scrittura” destinato agli alunni delle quinte classi delle primarie di Secondigliano, dell’istituo comprensivo Calamandrei di Firenze e del VII Circolo didattico di Giugliano. Il gemellaggio ha per titolo “Novellandoda Chichibio e il cuoco alla Gatta Cenerentola” e si concluderà con la realizzazione di un maxi libro con fogli a fisarmonica delle dimensioni di 100×70 cm.

     Il libro sarà esposto a Giugliano nella prima settimana di aprile (sede e date da definire), a Firenze dal 27 al 29 aprile nelle sale della Biblioteca delle Oblate (per questa iniziativa il Comune di Firenze ha concesso il patrocinio ed ha concesso l’utilizzo delle sale della struttura) e nel centro giovanile Sandro Pertini di Secondigliano nella prima decade di maggio.

 

 

Commenti

commenti