SCUOLA, un nuovo concorso per dirigente scolastico?

Non c’è pace per i ricorrenti campani dell’ultimo concorso a dirigente scolastico. Nonostante i 13 rinvii a giudizio da parte della magistratura penale nell’ambito di una inchiesta ancora in corso, non ci sono novità sul fronte del riconoscimento dei diritti a coloro che sarebbero stati penalizzati dalle vicende e che invece avrebbero i requisiti per essere vincitori del concorso.

Nel 2011 le prove scritte di un concorso per 224 posti di dirigente scolastico in Campania. Nel febbraio 2014 le prove orali. Candidati in corsa 2386. Poi una inchiesta giudiziaria perché durante le prove  scritte e orali si  sarebbero verificate alcune irregolarità.  Le indagini, infatti, avrebbero riscontrato anomalie nello svolgimento delle prove di concorso tanto da convincere il magistrato  ai recenti rinvii a giudizio.

Molti candidati ‘bocciati’ , inoltre, hanno fatto ricorso al Tribunale amministrativo regionale con giudizi che sono tutt’ora in corso.

E tra inchieste penali, giudizi amministrativi, i mesi trascorrono senza novità per i concorrenti momentaneamente ‘bocciati’.

Infatti, se questo è il fronte giudiziario, sul fronte lavorativo  i candidati penalizzati da questa ingarbugliata vicenda, che sembra riserverà nuove sorprese, rischiano di restare comunque per sempre fuori. Si paventa, infatti, l’ipotesi di un nuovo concorso che verrebbe a coprire le necessità della scuola campana nel settore. Ciò a distanza di anni creerebbe un doppio danno per i lavoratori: esclusi la prima volta da vicende anomale nello svolgimento concorsuale ed una seconda volta per l’esaurimento dei posti.

Commenti

commenti