La Giunta comunale ha approvato, a firma dell’assessore Carmine Piscopo, la delibera relativa al completamento dei lavori della Facoltà di Medicina prevista a Scampia. Il progetto esecutivo approva in linea economica le opere edili ed impiantistiche, nonché i costi delle forniture degli arredi e delle attrezzatura necessarie al completamento della nuova Facoltà di Medicina della Federico II in via di realizzazione a Scampia nell’area della ex vela H, per un importo complessivo di 20 milioni di euro (di cui per opere € 8.690.000,00). Tale approvazione e il rinnovato rispetto dei tempi di trasferimento dei fondi dalla Regione Campania alle imprese esecutrice – ha affermato l’Assessore Piscopo, proponente delle delibera insieme ai colleghi Calabrese e Fucito, ci consentirà di portare a completamento questa importante opera, che si inserisce nel percorso di rivitalizzazione del tessuto urbano dell’area nord e in particolare di Scampia, anche in funzione della nuova Città metropolitana. L’intervento è finanziato con i fondi POR Regione Campania -2000/06 PIT “città di Napoli” asse V misura 5.1 rinvenienze. Il progetto è stato redatto dallo studio Gregotti associati di Milano nel settembre 2006 ed approvato dall’Amministrazione Comunale con Delibera di Giunta Municipale n. 5058 del 27.11.2006. L’intero complesso edilizio si sviluppa su un’area di circa 10.000 mq. mentre l’area di sedime è di 8770 mq. L’edificio, a forma di corona circolare, si sviluppa su sei livelli di cui uno seminterrato e cinque fuori terra, per una superficie costruita di 21.380 mq., sono previsti altresì un parcheggio esterno ed uno interrato. Nel piano seminterrato sono collocati i parcheggi, gli spazi di deposito ed i servizi con accesso indipendente dalla strada; a piano terra è stata realizzata una grande hall di accoglienza, all’interno della quale sono collocati i punti informativi, spazi per il ristoro, un college store, edicole, spazi segreteria; sempre a questa quota vi è la grande aula magna per circa 60 posti e 15 aule per complessivi 1500 posti; al primo e secondo piano sono previste le altre aule (complessivamente altri 1500 posti) , una grande biblioteca e laboratori didattici e multimediali; il terzo piano è destinato alla Nutrizione Umana ed alla Salute Umana, mentre il quarto e quinto piano sono destinate alle attività ambulatoriali, al day hospital , ai consultori, ai laboratori diagnostici, alla riabilitazione. In particolare i Corsi di Laurea delle Professioni sanitarie richiedono strutture specifiche per la formazione e la relativa accoglienza di pazienti. In conseguenza l’Università di Napoli Federico II ha ideato un’ innovativa Scuola per la Salute Pubblica e le Professioni Sanitarie destinata a formare personale da impegnare ad opera di osservazione, prevenzione e cura, finalizzata alla riduzione della prevalenza e della incidenza delle malattie ad alto impatto su strati ampi di popolazione, attraverso interventi basati sull’evidenza. La nuova struttura è destinata alla Formazione per le Professioni Sanitarie, la Nutrizione e la Salute Pubblica e si propone come polo di ricerca e servizio nel settore della Salute Pubblica. Per realizzare la formazione nelle professioni sanitarie è indispensabile esporre i discenti ad attività pratiche professionalizzanti, che costituiscono parte predominante della formazione. Il Polo di Scampia è parte integrante della Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II ed offrirà nuove opportunità per il tirocinio pratico degli studenti. Mentre infatti la struttura Policlinico è prevalentemente orientata alla degenza in ricovero ordinario ed all’ Alta Specializzazione, il Polo di Scampia offre la opportunità della formazione nella Medicina Primaria e nella Specialistica Territoriale. Nel Polo Universitario di Scampia non verranno infatti realizzate degenze in regime di ricovero, bensì attività ambulatoriali, attività di specialistica ambulatoriale , attività di Day Service, di day Hospital e di Day Surgery. Non vi saranno ovviamente strutture addette all’emergenza/urgenza. La localizzazione del Polo Universitario nella Municipalità Chiaiano-Scampia, che comprende circa 90.000 cittadini, ha anche lo scopo di offrire al territorio il potenziamento delle Cure Primarie, attraverso la integrazione con le strutture Distrettuali, e l’accesso ad una medicina specialistica qualificata, con i moderni e razionali strumenti delle strutture ‘di giorno’ .

Commenti

commenti