Santa Chiara accende il fuoco di Sant’Antonio.  Nell’antica e simbolica chiesa di Napoli si darà vita tra sacro e profano alla tradizionale festa in onore di Sant’Antonio Abate durante la quale si accendono fuochi e si benedicono gli animali. Sabato 17 gennaio 2015 (ore 20:00), la Festa di Sant’Antonio Abate, organizzata dalla Comunità Francescana e parrocchiale, con il Patrocinio della II Municipalità del Comune di Napoli, trasformerà il cortile antistante la Basilica di Santa Chiara in un luogo dove tra cuccioli e musica si farà rivivere il culto di un Santo molto sentito nella nostra terra.

Oltre alla benedizione degli animali domestici di cui Sant’Antonio Abate è protettore, in programma anche una gara canora in cui chiunque potrà salire sul palco e cantare mentre gli spettatori si trasformeranno in giuria. Ai vincitori, simpatici premi! Inoltre gli “Ars Nova”, gruppo che nasce dall’incontro di cinque musicisti con la passione per la cultura e le tradizioni popolari del sud Italia, movimenteranno la serata con la loro musica.

La Festa di Sant’Antonio Abate sarà un’occasione, per turisti e napoletani, di vivere una serata all’insegna del divertimento unendo le tradizioni e la cultura della nostra terra con la beneficenza. – spiegano gli organizzatori –  Difatti l’incasso delle offerte, sarà interamente destinato alla riqualificazione di uno spazio del Monastero per la realizzazione di un «Lab-Oratorio» per i bambini e i giovani del quartiere”.

Commenti

commenti