Dalla voce di Fiorella Mannoia nei templi di Paestum, ai mandolini della musica classica napoletana in piazza Plebiscito e sino alle proposte di relax in strutture immerse nella natura o percorsi di cibo nelle aree interne: la festa di San Lorenzo 2015 propone molteplici appuntamenti.

Una tra le serata più suggestive di tutto il cartellone “ESTATE A NAPOLI 2015 – FemmeNA – Alle origini della creatività”, quella a cura dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, in piazza del Plebiscito, lunedì 10 agosto dalle 22.30, Mandolini sotto le stelle, aperto gratuitamente a tutta la cittadinanza e ai numerosi turisti presenti.

La storia di Napoli, e quella del suo strumento musicale conosciuto in tutto il mondo, il mandolino, diventano protagonisti di una serata in cui anche il firmamento contribuirà scenograficamente regalando, al buio della piazza, le cui luci saranno spente a mezzanotte in punto, lo spettacolo naturale delle stelle.

Luci spente e la melodia dei mandolini per trascorrere un’indimenticabile Notte di san Lorenzo, con il supporto dell’Unione Astrofili Napoli che accompagnerà il pubblico nell’osservazione delle stelle e la NapoliMandolinOrchestra a cura dell’Accademia Mandolinistica Napoletana che propone un repertorio della tradizione classica da

Era di Maggio a Serenata Napulitana, Passione, Guapparia, Lacreme Napulitane, Napulitanata, ‘O Sole Mio, I’ te vurria vasà,  Reginella, ‘A Vucchella, Santa Lucia Luntana, Silenzio Cantatore, Torna a Surriento, Core ‘ngrato, Voce ‘e notte, Uocchie c’arraggiunate, O’ Marinariello, Dicitincello vuje, ‘O paese d’ ‘o sole, Mandulinata a Napule tra gli altri.

Antica la tradizione dell’accademia Mandolinistica Napoletana che nasce nel 1929 per iniziativa di Raffaele Calace; viene ripresa nel 1992 da quei mandolinisti napoletani più sensibili alla esigenza di un recupero del mandolino napoletano quale strumento di tradizione colta. Da allora l’Accademia Mandolinistica Napoletana, presidente il mandolinista Mauro Squillante e direttore artistico il violoncellista Leonardo Massa, costituisce un importante e costante punto di riferimento per gli amatori, gli appassionati ed i cultori del mandolino napoletano, offrendo supporto didattico a chi desidera avviarsi allo studio dello strumento, attraverso l’attività didattica della Scuola Napoletana di Mandolino tenuta dallo stesso Squillante e fornendo ogni tipo di supporto al professionista che col mandolino vuole esercitare la propria attività artistica. L’efficace attività di promozione e diffusione del mandolino napoletano svolto dall’Accademia Mandolinistica Napoletana ha avuto come sbocco naturale l’istituzione della classe di mandolino presso il Conservatorio di S. Pietro a Majella, una incredibile lacuna colmata appunto grazie al diretto impegno dei mandolinisti dall’Accademia. Dell’esperienza dei musicisti dell’Accademia si è avvalsa anche l’importante fabbrica napoletana di corde armoniche Galli per creare una specifica linea di corde per strumenti a plettro. Le sue formazioni da camera e la sua orchestra, la NapoliMandolinOrchestra, si esibiscono con successo in tutto il mondo. Da anni l’Accademia Mandolinistica Napoletana anima a Napoli i principali eventi offrendo alla città, e ai suoi numerosi turisti, concerti in occasione delle principali festività come il Capodanno, il Natale, l’Epifania e la Pasqua. Dal 2014 con La Casa del Mandolino offre a Napoli regolari concerti ai turisti ed agli appassionati del mandolino, ed anima appunto l’ESTATE A NAPOLI organizzata dall’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Napoli con la manifestazione Mandolini sotto le stelle, appuntamento ormai fisso a cadenza annuale che ha luogo il 10 di agosto.

 

A San Lorenzo Maggiore in provincia di Benevento, in Piazza Roma spettacoli musicali e bandistici e fuochi d’artificio nel weekend che precede la notte di San Lorenzo. Da non perdere: “Prodotti Tipici – Opere d’Arte”, due giornate di workshop e laboratori multiculturali con la partecipazione di artisti nazionali e internazionali invitati a svolgere la propria ricerca artistica. Chiuderà i festeggiamenti il concerto di Paolo Menguzzi.

Immersa nel verde dell’antico Sannio beneventano circondata da pietre ed ulivi Aquapetra Resort & Spa é la location ideale per concedersi una fuga nel verde incontaminato dei boschi e delle montagne dove gli unici suoni sono quelli della natura. Per la notte di San Lorenzo, lunedì 10 agosto il Resort di Telese Terme ha deciso di offrire agli ospiti la possibilità di osservare le stelle cadenti immersi nell’acqua e circondati da un paesaggio senza tempo nel pieno relax del corpo e della mente. Anche il pool bar resterà aperto fino a notte inoltrata con servizio a bordo vasca. In questa oasi di campagna tra le colline campane nulla é lasciato al caso: la piscina come l’intero Resort è stata progettata in armonia con la natura che la circonda: forma irregolare, fondale color sabbia, rocce a sfioro tra gli ulivi. Il viaggio del benessere nella notte delle stelle continua anche nella SPA ci si potrà concedere qualche momento di relax in un percorso che prevede sauna, bagno turco, docce di aroma e cromo terapia e piscina idromassaggio. Il pacchetto weekend “San Lorenzo” ( IN 9 out 11 agosto) di due notti per due persone con prima colazione a buffet, accesso alla spa e alla piscina costa da 340 euro in camera doppia. Aquapetra Resort&Spa, in località di Monte Pugliano, a pochi chilometri da Telese Terme (BN), nasce dal recupero di un antico borgo in pietra del 1858 circondato da ulivi e da un bosco di lecci e querce. Il restauro ha preservato la pietra viva, le forme del borgo, le stradine lastricate, la cappella e il campanile. Le camere sono distribuite nel borgo, ognuna diversa dalle altre; tutte curate nei dettagli. La AquaSpa sorge dove un tempo vi era il fienile; il percorso benessere comprende sauna, bagno turco, percorso kneipp, piscina interna con idromassaggio e cabine per trattamenti di remise en forme: la piscina interna riscaldata offre un’ampia zona relax con vista sul parco. La piscina esterna si armonizza perfettamente con la natura circostante garantendo momenti di puro relax. La Locanda del Borgo è il ristorante dell’hotel, recuperato dalla vecchia cantina, coniuga la tradizione della cucina campana con i migliori prodotti del Sannio. Dall’albergo si snoda un percorso natura immerso nel bosco per gli amanti del natural walking.

Arriva nell’area archeologica di Paestum il viaggio antologico di Fiorella Mannoia. Con le mille sfumature della voce di Fiorella Mannoia e le canzoni senza tempo scritte per lei dai più grandi autori italiani, pronte a far sognare ed emozionare gli spettatori di tutte le età, prende il via lunedì prossimo, 10 agosto, il carnet di appuntamenti dell’estate a Paestum a cura di Anni 60 produzioni.

Dopo il sold out dei due concerti a Napoli, Fiorella Mannoia torna in Campania con un nuovo esclusivo concerto al Teatro dei Templi di Paestum (Salerno) dove la cantante romana approderà con il suo FIORELLA LIVE, il tour di grandissimo successo che l’ha vista a lungo impegnata in un intenso calendario di date cui si sono aggiunte, a grande richiesta, nuove tappe da giugno ad agosto in tutto lo Stivale.

Il concerto dal vivo la cantante romana proporrà, nel corso di uno show lungo due ore, i brani della sua recente antologia “Fiorella”. Un lavoro discografico – certificato disco di platino – che celebra i 60 anni dell’artista e i suoi 46 anni di carrieraattraverso brani celebri come “Caffè nero bollente”, “Io non ho paura”, “Sally”, “Come si cambia” e “L’amore con l’amore si paga”, l’inedito “Le parole perdute” (musica di Bungaro, Chiodo) e duetti eccezionali con grandi artisti della musica italiana. Nomi del calibro di Adriano Celentano (“Un bimbo sul leone”), Laura Pausini (“Quello che le donne non dicono”), Claudio Baglioni (“Amore Bello”), Franco Battiato (“La stagione dell’amore”), Dori Ghezzi (“Khorakhanè”), Tiziano Ferro (“La paura non esiste”), Ligabue (“Metti in circolo il tuo amore”), Lucio Dalla (“Il parco

della luna”), Ivano Fossati (“C’è tempo”), Giuliano Sangiorgi (“Estate”), Cesare Cremonini (“Le tue parole fanno male”). E ovviamente un brano di Pino Daniele (“Senza ‘e te”), che testimonia il forte legame tra i due artisti. La prima parte del concerto è un crescendo di emozioni con “La notte di maggio”, “I treni a vapore”, “La storia” fino ad arrivare al grandissimo finale con “Il cielo d’Irlanda” e tutto il pubblico sotto il palco. Perfetta sintonia tra Fiorella e i suoi musicisti e tra l’artista e gli spettatori: una festa in musica con abbracci e strette di mano, quando la cantante scende tra gli spettatori a cantare e ballare.

FOTO DI FIORELLA MANNOIA DI TITTI FABOZZI

Un percorso sensoriale-musicale a più mani per celebrare la notte di San Lorenzo: ecco la proposta del ristorante-orto Il Moera di Avella (Av) per lunedì 10 agosto. La terrazza della bella struttura di Francesco Fusco e Diana Fierro a partire dalle ore 20,30 si trasformerà in un teatro del gusto sotto le stelle. Protagonisti della serata, organizzata in collaborazione con la giornalista Laura Gambacorta, saranno diversi chef e artigiani del food. Ai fornelli di questo ristorante a cielo aperto, accanto allo stesso chef-patron Francesco, ci saranno Paolo Barrale, stellato del Marennà di Sorbo Serpico, Maurizio De Riggi del Markus di San Paolo Bel Sito, Giovanni Mariconda del Degusta di Avellino e Antonella Rossi del partenopeo Napoli Mia. A completare la sezione “salata” del percorso di degustazione le pizze fritte del maestro Francesco Fierro dell’Hostaria De Rota di Mercato San Severino e le selezioni di formaggi di Le Forme del Latte e dell’Azienda Agricola La Malvizza. Nei calici le tre versioni del Dubl di Feudi di San Gregorio.

Il momento dolce del percorso porterà, invece, le firme delle maestra gelatiera Pina Molitierno e del maestro pasticciere Pasquale Pesce, le cui creazioni saranno accompagnate dai liquori dell’Antica Distilleria Petrone.

A rendere l’atmosfera ancora più magica contribuiranno anche tre musiciste, Vittoria Russo, Maria Rita Gagliardi e la Maestra Oleksandra Artemenko, che nel corso della serata si alterneranno al pianoforte.

Menu

Pizze fritte (Francesco Fierro)

Selezione di formaggi di bufala  (Le Forme del Latte)

Selezione di formaggi di pecora (Azienda Agricola La Malvizza)

 

Spaghetto appena raccolto (Maurizio De Riggi)

Gazbaba (Giovanni Mariconda)

Insalata di baccalà in due consistenze, nocciole e infusione di peperone (Francesco Fusco)

Risotto alla marinara (Paolo Barrale)

Pesce azzurro marinato con peperoncino verde croccante alle olive nere, basilico e pistacchio (Antonella Rossi)

 

Sorbetto di limone al basilico (Pina Molitierno)

Sorbetto di corbezzoli (Pina Molitierno)

Gelato all’olio evo con topping di mosto cotto e sale di Zerradoun servito con insalata d’arance e mandorle filettate (Pina Molitierno)

Cassata avellana (Pasquale Pesce)

 

In abbinamento:

Dubl – Feudi di San Gregorio

Liquori Antica Distilleria Petrone

 

Ticket di partecipazione: 30 euro (vini inclusi)

 

Ingresso solo su prenotazione

 

Info e prenotazioni

Il Moera Ristorante – Orto

Via delle Centurie

Avella (Av)

Tel. 081 8252924

 

Commenti

commenti