San Francesco di Paola come Guggenheim Museum. E’ questo l’ambizioso progetto del Comune di Napoli, sindaco, Luigi De Magistris, che ha sottoscritto un protocollo di intesa con il prefetto di Napoli Gerarda Maria Pantalone, il direttore Centrale per l’Amministrazione del FEC del Ministero dell’Interno Prefetto Angelo Carbone, e il direttore Regionale Agenzia del demanio Edoardo Maggini, il Protocollo d’Intesa per la realizzazione del Progetto di riqualificazione di Piazza del Plebiscito  e dei suoi spazi ipogei.

Dovranno essere realizzate attività nei locali del colonnato e nello spazio ipogeo presente al di sotto della Basilica di San Francesco di Paola. Il progetto prevede da parte dell’Agenzia del Demanio la concessione a titolo gratuito al Comune di Napoli degli spazi ipogei al fine di destinarli a luogo per esposizioni museali interattive, conferenze, convegni, seminari, rassegne d’arte, mostre e manifestazioni culturali. L’ingresso al Museo sarà garantito attraverso i locali del colonnato ubicati ai civici 6 e 7 di Piazza del Plebiscito di proprietà del Fondo Edifici Culto, al quale il Comune garantirà la corresponsione annuale di una percentuale del 10% dei proventi derivanti dalla bigliettazione per l’accesso alle iniziative organizzate nell’ipogeo.

Sarà il Comune a realizzare il progetto ed il piano di gestione finanziaria a seguito dell’intesa raggiunta da Tavolo Tecnico che si è costituito presso la Prefettura e al quale hanno partecipato e partecipano il Comune di Napoli, la Curia, il Provveditorato alle OO.PP, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli, l’Agenzia del Demanio e il FEC.

Secondo il Comune di Napoli: “Le caratteristiche morfologico-architettoniche dell’ipogeo della Chiesa di San Francesco di Paola fanno di questo luogo uno spazio prezioso e unico nel suo genere che può essere valorizzato attraverso allestimenti digitali tematici e installazioni multimediali, sonore e/o video-fotografiche, predisposti tenendo conto della peculiare spazialità a spirale dello spazio, che ricorda in piccolo quella del Guggenheim Museum realizzato dall’architetto Frank Lloyd Wright a New York“.

Commenti

commenti