WP_20160116_040Reggia di Caserta, ecco gli appartamenti di Maria Carolina

La Reggia di Caserta si riappropria degli appartamenti della Regina, Maria Carolina. Dallo scalone principale si arriva al primo piano nobile: la Cappella Palatina divide gli appartamenti del Re, a sinistra, da quelli della Regina, a destra. I primi sono parte del complesso visitabile denominato appartamenti storici. WP_20160116_049I secondi sono stati sino ad oggi uffici della Scuola superiore della Pubblica Amministrazione e della scuola sotto ufficiali dell’Aeronautica militare. Un tempo erano gli appartamenti della regina. L’intero braccio destro del primo piano era destinato a Maria Carolina. Splendore nello splendore. Uno dei tre saloni affaccia sul Parco di 120 ettari e sulle Vie dell’Acqua approvvigionato dall’acquedotto di 40 km. A breve questo strepitoso balcone sarà fruibile anche dal pubblico. Il progetto di valorizzazione prevede in questa parte un area congressi. Poco più avanti prendono il via una serie di sale e corridoi che conducono nell’ex cinema dell’Aeronautica una sala che all’epoca borbonica ricongiungeva gli appartamenti reali. Il Re, infatti, abitava nel lato sinistro e si affacciava sulla piazza antistante.Entrambi potevano raggiungere attraverso un passaggio interno la Cappella Palatina.  L’intero piano, dunque, era destinato interamente alle loro vita pubblica e privata. WP_20160116_032

WP_20160116_036La Reggia di Caserta fu edificata per volontà di Carlo di Borbone, re di Napoli e di Sicilia, che affidò i lavori a Luigi Vanvitelli. La posa della prima pietra avvenne il 20 gennaio 1752 e i lavori furono ultimati nel secolo successivo dal figlio di Luigi, Carlo Vanvitelli. Il palazzo si estende su 44 mila metri quadreati, a pianta rettangolare e diviso internamente in quattro cortili, cinque piani, 1200 stanze, 1742 finestre e 34 scale interne. L’ingresso principale consente l’accesso ad una lunga galleria il ‘ Cannocchiale’ che si collega con l’asse centrale del parco.

Ai percorsi tradizionali, si spera a breve. si aggiungeranno il centro congressi, nuovi spazi museali, l’allestimento permanente della collezione Terrae Motus, un albergo, ed un ostello.

Gli spazi espositivi e dei servizi al pubblico raddoppiano: + 7580 mq al piano nobile e +7038 mq al pianterreno per un totale di 15.580 oltre ai 1.550 dell’Archivio. Nel 2020 i nuovi spazi della Reggia aumenteranno fino a raggiungere un totale di 43 mila mq.

Commenti

commenti