Che ne sarà della vostra tiepida anima ora che avete smesso di correre chi lo sa;  ora che siete in confessione dinanzi al mare al quale non potete mentire, davvero, perché sembrerebbe ingrato e pinocchioso mentire al mare che vi guarda coi suoi occhi verdagnoccoli e gagliardi al pomeriggio, mentre vi scruta, a sera, coi begli occhi blu della compagna di banco delle elementari che non avete scordato mai; come invece lo è, scordata, quella chitarra che sempre al mare suonavate, zappando con il dorso della mano perfino, e col vigore dei vent’anni sulle timide corde e austere dei falò, mentre gli amici divagavano felici e l’ingrato compito della colonna sonora insisteva su di voi che desideravate un’esenzione da impegno, un’esenzione che non avrete mai, evidente, perché chi avrebbe poi suonato la chitarra di fronte al mare nero come gli occhi suoi scuri di stregoneria casereccia non è dato sapere, foste stati voi esenti… e poi: dite la verità!… magari è da allora che non vi sentite compresi, che pensate che nessuno possa davvero intendere lo struggi struggi dell’anima vostra che però, lo dico ma perfino lo nego, è lo struggi struggi di qualsiasi anima, qualsiasi, che non giustifica che ci proviate con la moglie del vostro migliore amico anche se Cico pure vorrebbe se solo ciò potesse liberarlo definitivamente ed in sintesi: di fronte al mare siamo nudi come rane d’autunno, rimestando nei pensieri la salsedine che ci redime come ostriche felici al vento di scirocco in una notte gravida di stelle.

Ingredienti per 2 persone: Riso Basmati, 160 g; Gamberi, 200 g; Calamari, 250 g; Cozze, 250 g; 1 radice di zenzero; 1 spicchio di aglio; 1 pomodorino per decorare; Qualche foglia di prezzemolo; sale (q.b.); olio extravergine di oliva (c.d.s.i.: come di seguito indicato); pepe nero (s.v.g.: se vi garba); peperoncino (s.v.g.: se vi garba).

Procedimento. In una padella antiaderente scaldate l’aglio e il prezzemolo tritati, lo zenzero grattuggiato fresco ed eventualmente il peperoncino (s.v.g.) in 3 cucchiai di olio extravergine di oliva. Gettate nel condimento i calamari tagliati a rondelle. Dopo qualche minuto di cottura aggiungete i gamberi previamente puliti e de-corazzati e le cozze sgusciate (meglio se a crudo). Scolate il riso ed insaporitelo nel condimeto predisposto. Potete gustare il Rapido di Basmati alla Pryntyl sia caldo che freddo; oppure tiepido, alla sera, guardando il mare e pensando che si, in fondo  non valeva davvero la pena provarci a quel falò: meglio suonare la chitarra!

Commenti

commenti