Pompei aprono 6 domus

Mercoledì 23 dicembre il Ministro Dario Franceschini sarà a Pompei per inaugurare l’apertura di 6 domus recentemente restaurate nell’ambito dei lavori del Grande Progetto Pompei: la Fullonica di Stephanus, la casa del Criptoportico, la casa di Paquio Proculo, la casa del Sacerdos Amandus ,la casa di Fabius Amandius, la casa dell’Efebo.
Con l’occasione sarà fatto il punto sullo stato di avanzamento dei lavori del Grande Progetto Pompei.
L’incontro si aprirà, alla presenza del regista Pappi Corsicato con la proiezione del cortometraggio “Pompei, eternal emotion” realizzato dalla Regione Campania e dalla Scabec per la promozione dell’area archeologica.

Dal 29 marzo 2012, data di approvazione del Grande Progetto Pompei da parte del Cipe, al 31 icembre 2014, sono stati conclusi 3 cantieri, attivi 9, gare in corso 19, gare bandite 31 per un totale di spesa pari a 76, 5 MLN.  Oltre un anno fa anno l’insediamento del direttore Generale del Grande Progetto Pompei, generale, Giovanni Nistri, che nei mesi scorsi ha presentato i dati relativi allo stato di attuazione del programma di interventi denominato Grande Progetto Pompei. Fino a gennaio scorso le gare in corso erano 9, i cantieri attivi 5, cantieri conclusi 0, gare bandite 14. Dunque in un anno vi e’ stata una accellerazione degli interventi anche a seguito della firma il 17 luglio scorso del Piano Azione con Governo e Unione Europea.

In sintesi i 55 interventi originari del Piano delle opere che costiuisce l’asse principale sui cinque previsti, sono stati rimodulati in 47 progetti, all’interno di questi 16 progetti restano da bandire. Per il Grande Progetto Pompei ad un anno dalla sua conclusione, almeno quella prevista in origine, 2015, sono state bandite gare per circa il 95 per cento pari a 76, 5 MLN euro.

Mercoledì in occasione dell’apertura della sei domus dovrà rifare il punto sullo stato di attuazione del progetto. Inizialmente il Grande Progetto doveva chiudersi entro il 31 dicembre 2015.

Commenti

commenti