Risplende l’affresco dell’Adone Ferito nell’omonima casa di Pompei, in via Mercurio. La pittura, splendida e rara megalografia di IV stile raffigurante l’Adone morente tra le braccia di Afrodite, è stata restaurata con il contributo di parte del ricavato delle vendite del libro di Alberto Angela, “I tre giorni di Pompei” messi a disposizione dalla casa editrice Rizzoli e dall’autore. La presentazione nel giorno dell’anniversario dell’eruzione di Pompei, il 24 agosto.   “La casa dell’Adone ferito, sulla via di Mercurio, fu portata alla luce tra il 1838 e il 1839 ed è anche nota come casa di Ermafrodite, in riferimento all’altra pittura ben conservata, presente in uno degli ambienti della domus. Il primitivo impianto dell’edificio risale all’età sannitica e conserva ancora decorazioni di I stile, alternate a decorazioni successive di alcune parti della casa, realizzate nel III stile (I secolo d.C.)”, spiegano gli esperti.

Nell’occasione si segnala che prosegue il programma del progetto “Pompei, un’emozione notturna”, promosso dalla Regione Campania e finanziato con risorse finanziarie comunitarie a valere sul POIn “Attrattori culturali, naturali e turismo”, include un programma di passeggiate nell’antica città, illuminata e resa magica da installazioni d’arte e un ciclo d’incontri culturali con scrittori e personalità del mondo dell’arte, dell’archeologia e della comunicazione. Le passeggiate serali, che si organizzeranno in 6 gruppi di 40 persone, con partenza ogni 20 minuti (mercoledì, giovedì, venerdì e domenica), prevedono un percorso della durata di circa un’ora e venti minuti, con l’accompagnamento di archeologi e guide esperte nello storytelling. Ogni visitatore sarà dotato di una innovativa tecnica d’illuminazione a “lucciola”, che indosserà per tutto il percorso a garanzia della sicurezza, avvolto dalle atmosfere delle installazioni luminose. Gli incassi di “Pompei, un’emozione notturna” saranno interamente devoluti alla Soprintendenza Speciale di Pompei, Ercolano e Stabia destinati a lavori di restauro o manutenzione del sito.

Commenti

commenti