Ultima tappa campana a Bacoli per “Tesoro Italia – Il patrimonio negato” il progetto del Touring Club Italiano che accende i riflettori sullo straordinario sito della “Piscina Mirabilis”. Dopo le altre provincie campane con il Battistero Paleocristiano di Nocera Superiore (Sa), l’antico sito di Tocco Caudio (Bn), il Real Sito Borbonico di Carditello (Ce), la linea ferroviaria Avellino/Rocchetta Sant’Antonio, l’appuntamento è fissato domenica 22 novembre a Bacoli, dalle 9,30 all’ Arena Anfiteatro della villa comunale, presso il punto di accoglienza Touring Club Italiano, accolti dal sindaco Josi Della Ragione e da tutta l’Amministrazione Comunale della cittadina flegrea. Grazie alla collaborazione tra TCI e Comune di Bacoli, la giornata sarà dedicata alla valorizzazione delle numerose realtà storico-artistiche di Bacoli. Sarà possibile partecipare alle visite guidate della Piscina Mirabilis e dei siti misenati del Sacello degli Augustali, della Grotta della Dragonara e del Teatro di Miseno, collegati da bus- navette attivati dal Comune. Presso gli spazi espositivi allestiti per l’occasione, saranno rappresentate le eccellenze delle produzioni artistiche, artigianali ed enogastronomiche del territorio alla scoperta delle radici culturali di questi luoghi straordinari. Sarà possibile pranzare ed alloggiare in strutture locali convenzionate. L’appuntamento è a partire dalle 9,30 presso l’ Arena Anfiteatro della villa comunale di Bacoli, presso il punto di accoglienza TCI ed è una iniziativa del TCI Club di territorio di Napoli.

Per prenotare la visita guidata inviare una email a napoli@volontaritouring.it. L’iniziativa nasce con il lancio del volume Tesoro Italia, che fa da filo conduttore all’iniziativa. Le pagine del volume offrono lo spunto per accendere i riflettori sul “patrimonio negato” del nostro Paese, presentando attraverso descrizioni e ampi reportage fotografici 52 luoghi di grande valore culturale e turistico, spesso ben conservati, ma chiusi al pubblico o accessibili solo con forti limitazioni.

I luoghi sono stati suddivisi in quattro categorie: palazzi e monumenti (ville, castelli, statue, mura monumentali); archeologia classica e industriale; chiese; musei e collezioni. Nel volume non mancano una parte relativa ai paesaggi dell’agricoltura “a rischio di estinzione” e le descrizioni dei luoghi Aperti per Voi, l’iniziativa con cui il Touring, da qualche anno e con il contributo di soci Volontari, tiene rende accessibili alcuni beni culturali nel nostro Paese (www.apertipervoi.it). Una breve scheda di ognuno di questi luoghi è presentata sul sito http://tesoroitalia.touringclub.it. La sfida che il Touring Club Italiano vuole lanciare con Tesoro Italia è difendere l’eredità culturale italiana, certo che la consapevolezza – ancor prima della denuncia – possa essere la base per una seria riflessione sul nostro patrimonio e per una presa di coscienza collettiva, che parta anche dall’impegno dei singoli. Dal 1894 il Tci si batte per la conservazione e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali del Belpaese. Oggi più che mai l’associazione vuole essere in prima linea per recuperare questo “patrimonio negato”.

Commenti

commenti