Da piazza San Gaetano ad Abbey Road, Alberto Pizzo il musicista dal cuore grande

Da piazza San Gaetano ad Abbey Road. Un luogo di partenza straordinario ma con un arrivo non scontato. E’ il viaggio intrapreso da Alberto Pizzo, musicista di razza, che ritorna nella sua città di origine per presentare  il nuovo album  “MEMORIES” (Sony Classical), realizzato con la co-direzione artistica del Maestro LUIS BACALOV, agli Abbey Road Studios di Londra.  Il direttore di una delle orchestre più prestigiose del mondo, la London Symphony Orchestra, nella maggior parte dei brani, accompagna il piano del compositore napoletano.

Ad accompagnare,Alberto Pizzo, invece, nei suoi tour e soprattutto durante le sue esibizioni è un ‘portafortuna’ speciale: Spider-Man regalatogli da Antonio e Nadia il papà e la mamma di Francesco, un compagno di classe del nipote. Francesco non c’è più perché colpito da una malattia rara.

“Sono molto legato al ricordo di questo amico di mio nipote e per ricordarlo ho deciso di portare con me ‘Spider Man’ perché so che Francesco era molto legato a questo personaggio e so che è diventato il simbolo della battaglia delle famiglie che si impegnano per la raccolta di fondi per la ricerca sullo studio delle malattie rare” dichiara a margine della presentazione alla Feltrinelli di Napoli del suo nuovo album.

Alberto è un grande musicista dal cuore grande che non dimentica Napoli, dove è nato e dove ha studiato al Conservatorio di San Pietro a Majella.

“Questo nuovo album ripercorre tutto il mio lungo cammino artistico, da Bach alle mie composizioni, quelle che avevo realizzato e custodito durante i viaggi, metafore dei momenti importanti della mia esistenza – racconta Alberto Pizzo –Quando lo ascolto, è come se sfogliassi un album musicale della mia vita, quella dedicata alla musica classica, alle mie radici e al mio mondo musicale che, oggi, semplificando, qualcuno chiamerebbe ‘crossover’”.

 

 

 

Commenti

commenti