Mare, cielo, ponti, case e… tanti giocattoli. E’ la caratteristica della personale di Paolo de Santi, “il pittore dei sogni”, che quest’estate si può ammirare al Gran Hotel Re Ferdinando di Ischia. Napoletano, trapiantato prima a Milano e poi a Bruxelles, De Santi approfitta della trasferta forzata per imparare il mestiere. A Milano frequenta il liceo artistico e l’Accademia d’Arte e conosce alla Galleria Vitruvio l’artista Norberto di Spello che lo incoraggia a proseguire nel campo artistico. Quando torna a Napoli e mette su famiglia, Paolo de Santi caratterizza ancora di più la propria pittura ispirandosi ai giocattoli della propria infanzia e dei tre figli. L’atmosfera che viene fuori dalle sue tele è un’esplosione di colori e gaiezza.

 

Commenti

commenti