Palazzo Ricca rinasce la Torre

Venerdì 28 ottobre, alle ore 11.30, nella sala “Roberto Marrama” del Palazzo Ricca (via dei Tribunali, 213), la Fondazione Banco di Napoli, insieme al Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, presenterà gli esiti del “Concorso Internazionale di Idee per la Riqualificazione e Valorizzazione della Torre Archivio del Palazzo Ricca”. L’iniziativa, concepita nell’ambito del “Programma di riqualificazione della Torre Archivio del Palazzo Ricca”, finanziato dalla Fondazione e condotto dal Dipartimento di Architettura (con responsabile scientifico la professoressa architetto Emma Buondonno), ha cercato di coinvolgere l’intera comunità nell’individuazione della migliore destinazione d’uso della Torre Archivio del Palazzo Ricca (sede della Fondazione) ed è stata rivolta a giovani architetti under 40.

Nella Torre è presente una struttura multipiano in acciaio per l’archiviazione di documenti, scarsamente utilizzata in passato e attualmente in disuso. Scopo del concorso era l’individuazione di destinazioni d’uso che potessero confermare la destinazione ad archivio e/o proporre funzioni che integrassero e potenziassero quelle attualmente svolte dalla Fondazione. Lo strumento del concorso internazionale, aperto ad architetti di età inferiore ai 40 anni, ha permesso di coinvolgere le nuove generazioni di progettisti europei e non solo, al fine di fornire soluzioni più innovative sia nelle destinazioni d’uso flessibili che nell’aspetto formale e compositivo del progetto architettonico.

Venerdì, la Commissione giudicatrice, composta da Daniele Marrama (presidente della Fondazione Banco di Napoli), Emma Buondonno (professore di Composizione architettonica e urbana della Federico II), Celeste Condorelli (amministratore delegato della Clinica Mediterranea) Sergio Riolo (direttore de “IlCartastorie”, museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli) e Michelangelo Russo (professore di Urbanistica della Federico II), assegnerà ai primi tre classificati (su 21 proposte progettuali pervenute, di cui 19 ammesse in graduatoria) i premi di 10mila, 5mila e 2mila euro. Il gruppo primo classificato è composto da Elena Giancola (capogruppo) e Fabrizio Lorenzetti; il secondo da Paola Galante (capogruppo), Federica Bruno, Fabio Capello (collaboratore), Isabella Pullmann (collaboratore) e Carmine Sangiuliano (consulente); il terzo da Andrea Salvatore (capogruppo), Nicola Dario Baldassarre, Pasquale Cipri, Salvatore Dentamaro, Margherita Valente, Nicoletta Faccitondo (collaboratore) e Luciano Mauro (consulente).

Tutti gli elaborati ammessi alla graduatoria finale verranno poi esposti in mostra, dal 31 ottobre al 21 novembre, presso l’Ambulacro della Biblioteca Area Architettura, Palazzo Gravina, via Monteoliveto, 3.

 

Commenti

commenti