Un team di studenti dell’Università Suor Orsola Benincasa restaura la volta dell’Alcova della Regina Maria Amalia di Sassonia. Una piccola stanza, quattro metri per otto, dove la moglie di Carlo di Borbone dormiva lontana dal marito e dalla corte, ritorna visitabile ed all’antico splendore.

Il ‘mezzo affresco’ , un dipinto murale del 1738 realizzato da Nicola Maria Rossi, allievo del Solimena, raffigura Minerva che con varie immagini di sogni presagisce alla regina figli felici. Accanto le retrostanze,  dove negli anni  novanta del secolo scorso, sono stati scoperti dipinti da Domenico Antonio Vaccaro. Uno in particolare è dedicato al matrimonio tra Carlo di Borbone e Maria Amalia di Sassonia.

Il cantiere didattico è stato avviato nel 2013 dal Corso di Laurea in Restauro dei beni culturali dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa-settore dipinti murali, prof. Simone Colalucci , con un restauro diretto per il Palazzo Reale dalla dott.ssa Annalisa Porzio.

Accurato l’intervento come spiega una delle studentesse, Anna Miranda.  Dai saggi di pulitura nell’ambiente intermedio, appunto l’alcova, si appurò che l’affresco della volta era stato ricoperto da uno scialbo di intonaco e da una partitura di finti stucchi ornamentali di cartapesta dorata.

Un palazzo  che svela continue meraviglie come dichiara ai microfoni di napolipost, il soprintendente, alle Belle Arti e Paesaggio di Napoli e Provincia, Luciano Garella.

Commenti

commenti