Palazzo Reale tra incognite novità e fine restauri

Il Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli,  Luciano Garella, in un comunicato stampa, traccia un bilancio  dell’andamento dei lavori del Palazzo reale di Napoli, rilascia una dichiarazione che aggiorna le informazioni ad oggi:

Si sta avviando a conclusione il lavoro di restauro, con consolidamenti localizzati, dei prospetti interni ed esterni del palazzo reale di Napoli. Tra qualche giorno, verso la fine di settembre, sarà completato lo smontaggio dei ponteggi, già operato per il cortile d’onore, posti in essere sulla facciata principale.

L’intervento si configura come la sommatoria delle esperienze professionali e delle competenze espresse dal personale del MiBACT, con particolare riferimento alla Direzione dei Lavori di cui si è occupata l’arch. Anna Capuano.

L’opera di restauro – materialmente eseguita dall’ATI: Consorzio Cooperative Costruzioni Ccc Società Cooperativa –  Cobar Spa – , ha consentito di individuare una serie di incognite novità oltre che contribuire, come anticipato alla stampa in più momenti, ad una valorizzazione dell’insigne monumento che con la sua presenza arricchisce e caratterizza la Piazza del Plebiscito e, più in generale, la città di Napoli.

Il restauro in questione ha fruito, per gli aspetti della tutela, dell’operato della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli che attualmente è impegnata in un’opera di studio delle cromie della città che condurrà ad una specifica pubblicazione”.

Commenti

commenti