Il Giorno della memoria, per non dimenticare, il 27 gennaio 2016 a Napoli e in tutta Italia. Istituita dal Parlamento nel 2000 in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni, nei campi nazisti, del popolo ebraico, ma anche di Sinti, Rom, disabili, Testimoni di Geova, omosessuali, oppositori politici. Il 27 gennaio 1945 infatti le truppe sovietiche dell’Armata Rossa arrivarono ad Auschwitz e aprirono i cancelli del campo di stermini. Il Comune di Napoli ha organizzato un programma di eventi e iniziative culturali  che interesseranno l’intera settimana, in collaborazione con associazioni e soggetti culturali.
Lunedì 25 gennaio alle ore 10.00 – Spazio comunale Piazza Forcella via vicaria vecchia, n 23 – reportage “Destini, una fuga senza ritorno”;
Martedì 26 gennaio alle ore 17,00 – Associazione culturale Massimo Gorki via Nardones, n.17 Incontro pubblico in ricordo delle vittime della shoah – a cura dell’ANPI, Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, dell’Istituto  Campano per la Storia della Resistenza “Vera Lombardi” e dell’Associazione culturale Massimo Gorki ore 18.00/ore 21.00 – Cinema Pierrot – via a.c. de meis 58 Ponticelli proiezione del film “Woman in Gold” di Simon Curtis. a cura Arci Movie ore 19.30 – Succorpo del Complesso monumentale dell’Annunziata via egiziaca a forcella, n.18 – Evento Teatrale –  Irena Sendler – La terza madre del ghetto di Varsavia;
Mercoledì 27 gennaio –Giornata della Memoria alle ore 9.00 – l’Amministrazione Comunale depone fiori in omaggio a Luciana Pacifici e Sergio De Simone, bambini napoletani vittime della persecuzione razziale; ore 9.00 – Succorpo del Complesso monumentale dell’Annunziata via egiziaca a forcella, n.18 Evento Teatrale – Irena Sendler – La terza madre del ghetto di Varsavia; ore 10.00 – Teatro Politeama – VII edizione di Memoriae – Cerimonia di Consegna delle Stelle di David Premiati 2016: Alberto Bivash, Marina Militare Italiana, alla memoria di Anatolij Korol; ore 11.00 – Teatrino di Corte di Palazzo Reale – Concerto della Memoria a cura del Real Teatro di San Carlo – direttore Marco Faelli – Musiche di: Olivier Messiaen, Ernest Bloch, Joseph Yulyevich Achro, Pëtr Il’ič Čajkovskij, Dmitrij Šostakovič, Antonín Dvořák Costo del biglietto Intero: 12 Euro – Ridotto: 10 Euro ; ore 11.30 – Prefettura di Napoli – Consegna di medaglie agli ex internati nei lager nazisti con il Prefetto di Napoli. Parteciperà il Sindaco di Napoli ; ore 18.00 – Cinema Pierrot – via a.c. de meis 58 Ponticelli – proiezione del film “Woman in Gold” di Simon Curtis.  a cura Arci Movie ore 19.00 – Istituto Francese di Napoli – via F. Crispi 86 – CineScoperta: Hannah Arendt “Giornata della Memoria” per ricordare la Shoah in collaborazione con il Goethe-Institut ore 19.30 – Succorpo del Complesso monumentale dell’Annunziata via egiziaca a forcella, n.18 Evento Teatrale – Irena Sendler – La terza madre del ghetto di Varsavia. Ideazione, progettazione e cura di Roberto Giordano e Suzana Glavaš; ore 21.00 – Cinema Pierrot – via a.c. de meis 58 Ponticelli – proiezione del film “Woman in Gold” di Simon Curtis.  a cura Arci Movie; ore 21.00 – Cineteatro la perla – via nuova agnano, 35 -Nasza Klasa la nostra classe –  una storia in XIV lezioni di Tadeusz Slobodzianek – regia Massimiliano Rossi –
Giovedì 28 gennaio alle ore 10.30 – Succorpo del Complesso monumentale dell’Annunziata – via egiziaca a forcella, n.18 – performance e presentazione del libro “Mmamm ma. Storia di un attimo di vita in bianco e nero”; ore 17.00 – Succorpo del Complesso monumentale dell’Annunziata – via egiziaca a forcella, n.18 – presentazione del libro “Ivan Klíma.Una voce da Terezín – Miriam e altri racconti” di Maria Teresa Iervolino; ore 21.00 – Cineteatro la perla – via nuova agnano, 35 -Nasza Klasa la nostra classe –  una storia in XIV lezioni di Tadeusz Slobodzianek – regia Massimiliano Rossi.
Venerdì 29 gennaio alle ore 10.00 – Biblioteca Nazionale – Sala Diversità (Cortile delle Carrozze) L’Ebreo come diverso. La persecuzione antisemita in Italia – Mostra fotografica e documentaria Parole e immagini della Shoah – proiezioni di film e letture di brani e poesie – a cura dell’Istituto Campano per la Storia della Resistenza, dell’Antifascismo e dell’Età contemporanea “Vera Lombardi” e dell’ANPI; ore 16.30 Succorpo del Complesso monumentale dell’Annunziata – via egiziaca a forcella, n.18 – Le vie di fughe con pentole e violini. Storie di una Storia – Testimonianze dirette dei Rom. Il dibattito su alcuni inediti, interviste, animazioni musicali Vissuti nomadi e stanziali anche in riferimento allo sterminio Rom-
Una settimana per ricordare tutte le azioni persecutorie verso questo popolo come le leggi razziali, la persecuzione e la deportazione dei cittadini ebrei italiani con la prigionia e la morte. La giornata della memoria vuole ricordare anche tutti coloro che si sono opposti allo sterminio e, a rischio della propria vita, hanno salvato le vite dei perseguitati. Anna Frank, nel suo “Diario” scriveva:”È davvero meraviglioso che io non abbia lasciato perdere tutti i miei ideali perché sembrano assurdi e impossibili da realizzare. Eppure me li tengo stretti perché, malgrado tutto, credo ancora che la gente sia veramente buona di cuore. Mi è impossibile costruire tutto sulla base della morte,della miseria,della confusione.Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto,odosempre più forte l’avvicinarsi del rombo che ci ucciderà,partecipo al dolore di migliaia di uomini,eppure quando guardo il cielo,penso che tutto si volgerà nuovamente al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che ritornerannola pace e la serenità”.

Commenti

commenti