Natale 2015, Cartellone di eventi

In giro per mostre, eventi, presepi viventi ed appuntamenti religiosi. Su Napolipost il cartellone Natale 2015.

Eventi

Mercoledì 23 dicembre

  • Succorpo dell’Annunziata

Lisistrata distruttrice di guerra

spettacolo coreografico a cura dell’associazione Tre Rote

ore 12.00 ingresso libero

342 04 70 270 / 324 95 75 017

trerroteteatro@gmail.com

Venerdì 25 dicembre

  • Spazio Quartieri AIROTS- Via Carlo de Cesare, 9

Io, Nessuno e Polifemo

lettura drammatizzata

ore 21.00

www.airots.it

info 3491735084

Sabato 26 dicembre

  • Convento di San Domenico Maggiore – Sala del Capitolo

“Mandulinata ‘e Natale”

serata spettacolo di posteggia napoletana del Maestro Pasqualino Gaudino e il Trio del Sole

a cura – Ass. KARMA

€ 10

info: 340 3651 224 / 348 570 3065

karmartecultultura@gmail.com – info@karmacultura.it

  • Basilica di San Giovanni Maggiore

Gran concerto di Natale

a cura dell’Accademia Mandolinistica Napoletana

Lello Giulivo, Valentina Assorto, Voce recitante Francesca Morgante

ore 11

info: 3807564581

  • PAN | Palazzo Arti Napoli

spettacolo teatrale a cura di Teatro dell’Osso

“Cinque bicchieri di vino”

quattro spettacoli: ore 20.30-21.00/21.00-21.30/21.30-22.00

€ 12 più degustazione

info 3291850120

  • Spazio Quartieri AIROTS

via Carlo de Cesare

Io, Nessuno e Polifemo

lettura drammatizzata

ore 21.00

www.airots.it

info 3491735084

  • Museo Laboratorio della civiltà contadina Masseria Luce

Via Santissima della Luce – San Pietro a Patierno

Presepe vivente – animato dai canti natalizi della tradizione napoletana eseguiti da Marcello Colasurdo con i suoi musicisti

a cura dell’associazione Maria Santissima della Luce e del Liceo Cuoco-Campanella

ore 17.30

info 333 66 34 120 – 081 44 02 00

Domenica 27 dicembre

  • Convento di San Domenico Maggiore – Sala del Capitolo

spettacolo musicale “Combinazioni, Napoli storia e musica” di Enzo Zanfardino

con la soprano Erin Wakeman

a cura di Associazione AISERV

ore 20.00 € 10.00

info: 333 6686 158 / 333 2619 555

zanfard@alice.it

  • PAN | Palazzo Arti Napoli

spettacolo teatrale “Perzechella e Serafina e li cunti di Natale”

a cura di Legambiente Parco Letterario Vesuvio

ore 19.00-20.30

€ 10

info: 338 8408 138

plvesuvio@libero.it

  • Spazio Quartieri AIROTS

via Carlo de Cesare

Io, Nessuno e Polifemo

lettura drammatizzata

ore 18.00

www.airots.it

info 3491735084

  • Chiesa delle Grazielle in via S.Bartolomeo 3

concerto musica antica “Tourdillon-canto sacri e profani della rinascenza e del medioevo”

a cura di CERSIM

ore 20.30

Ferdinando De Martino 366 1501 850

cersim.musica@libero.it

Lunedì 28 dicembre

  • Succorpo dell’Annunziata

Lisistrata distruttrice di guerra

spettacolo coreografico a cura dell’associazione Tre Rote

alle ore 12.00 ingresso libero

342 04 70 270 / 324 95 75 017

trerroteteatro@gmail.com

  • PAN | Palazzo Arti Napoli

Teatro di Contrabbando

A cura di TE.CO

ore 18-21

€12.00

Federica Rubino 334 2142 550

teatrodicontrabbando@gmail.com

Martedì 29 dicembre

  • Convento di San Domenico Maggiore – Sala del Capitolo

Canti di Natale nel mondo

A cura di Napoli DOP Da Ora in Poi

ore 19.00

€ 10

Gabriella Rinaldi 335 6449 469

info@nadop.it

  • Succorpo dell’Annuniziata

L’Annunziata

Spettacolo/performance site specific a cura di Nascere nel Terzo Millennio

dal testo di Maria Pia Marroni e Paola Cereda

per il Festival della Nascita

ore 19.30

ingresso libero
tel. 336.848532
info@nascerenapoli.it

Segnaliamo infine che da Natale fino al 28 febbraio si potrà visitare,
nel
Convento di San Domenico Maggiore, in vico San Domenico,
una ricca mostra dedicata alla grande pittura dell’Ottocento napoletano, dal titolo
L’altro Ottocento
<s€trong>dipinti della collezione d’arte della città metropolitana di Napoli

 

 

Natale 2015, La Cantata dei Pastori, un classico da non perdere

Dal 25 al 30 Dicembre 2015 in scena alla Domus Ars 'La Cantata dei Pastori Nel presepe Napoletano' con Antonella Morea, Franco Javarone, Mario Brancaccio, Armando Aragione,Virgilio Brancaccio, Giovanni De Vivo, Imma Caputo&/Piccola,Orchestra Domus Ars Arcangelo Caso Violoncello, Arturo Sica, Violino, Edo Puccini Chiatarra, Martina Mollo Fisarmonica/ Piano. Regia di Mariano Bauduin, Musiche Carlo Faiello,Tradizionali e Repertorio Barocco.
"Lo spettacolo che abbiamo costruito è una sorta di didattico, ma non
pedante o scolastico, percorso poetico e illustrativo su alcuni aspetti che il tempo e la modernità stanno drammaticamente cancellando, - spiega una nota -quello che si è cercato di mettere in evidenza è la profondissima cultura che ruota attorno a un oggetto apparentemente legato all’effimero e alla semplice funzione espositiva da salotto, e che diversamente si potrebbe sacrificare in un mondo e una realtà che fa i conti con un tempo del consumo e della crisi dell’anima, che è crisi dell’essere umano in rapporto con la parte più antica di sé; iniziando da dove si finisce con: Quanno nascette ninno... era notte e pareva miezujuorno...La Sacra rappresentazione del Natale e ancora tutti i suoi molteplici elementi magico religiosi, sono collegati alla figura di un bambino, figlio del sole e del fuoco. Il presepe di carattere colto, ovvero il Presepe cortese , come ha scritto Raffaello Causa- ha raccontato tre secoli di storia napoletana, mentre il Presepe popolare nella sua apparente fissità, nelle sue statuette scolpite anche nei vestimenti, con colori semplici, ma ben precisi e determinati, racconta il non-tempo, ovvero la meta-storia, difatti la struttura dello scoglio nel presepe colto è frontale e lineare, mentre nel presepe popolare è circolare e a spirale. Un duplice aspetto come la luce e l’ombra che potrebbero essere considerati i due aspetti emblematici della sacra rappresentazione natalizia per eccellenza, vale a dire “La Cantata dei pastori”.
 A questa duplice funzione di luce e ombra si può ricondurre la doppia figura dei due infanti, Gesù Bambino e Benino, o Benitiello, il pastorello dormiente, colui che prima di tutti riceve il divino annuncio in sogno, ed è emblematico che laddove un bambino dorme, un altro si sveglia, ciò apre il varco dell'onirico e del meraviglioso, tanto che si sintetizzò la rappresentazione presepiale col nome: "Il sogno di Benino".
Dal 25 al 30 Dicembre 2015 ore 21, Domenica 27 ore 19
 Intero 15.00 Euro
 Ridotto 13.00 (Con Prevendita)
 INFO : D O M U S A R S Centro di Cultura
 Via Santa Chiara, 10 C/Napoli
 Info www.domusars.it infoeventi@domusars.it
 081 3425603 – 338 8615640
Nella Certosa di San Martino verranno proposti, ai visitatori del museo, quattro appuntamenti anche con la musica. Arti diverse si fondono per rendere coinvolgenti e suggestive le visite alla Certosa. Musica e danza: dicembre in Certosa  13 – 19 - 20 dicembre 2015. EMPO - sabato 19 dicembre, dalle ore 11 alle ore 12
DANZA FLUX centro internazionale di ricerca sul movimento e nuova danza, diretto da Chiara Alborino e Fabrizio Varriale presenta tre performance, liberamente ispirate ad alcune opere presenti nelle collezioni del Museo, in contemporanea, in tre luoghi della Certosa:
 Chiostro dei Procuratori, Refettorio, Quarto del Priore. Seguirà una visita al Quarto del priore, a cura Rita Pastorelli.
GIOITE TUTTI IN SUONI, IN CANTI E IN BALLI - domenica 20 dicembre ore 11.30
 MUSICA RESERVATA eseguirà un concerto di musica rinascimentale italiana, con particolare attenzione alla cosiddetta “area napoletana”. E’ proprio nel corso del XVI secolo che la musica napoletana si afferma con una sua propria fisionomia nella scena musicale italiana ed europea.
 Refettorio dei monaci. Seguirà una visita, nella Sezione presepiale, al Presepe di San Giovanni a Carbonara, a cura di Ileana Creazzo e Sivia Cocurullo.
Architetture sonore. Note sacre negli spazi armonici del Fanzago
Il coro Mysterium Vocis, diretto da Rosario Totaro, presenta un programma di musica polifonica a cappella ispirato alla tradizione corale natalizia, ripercorrendo alcune tappe storiche del fecondo rapporto tra musica sacra e tema della Natività.
 Dopo alcuni esempi del repertorio medievale e rinascimentale, il programma propone brani di autori del '500 tedesco e napoletano, per poi offrire una rielaborazione moderna della celebre pastorale di Natale di S. Alfonso Maria de' Liguori e una reinterpretazione dell'antico canto Veni Emmanuel dell'autore ungherese Kodaly.
 Passando ad alcuni autori contemporanei, come Jiménez e Halmos, i concerti si concludono con un suggestivo brano tratto dall'oratorio Nativitas del compositore napoletano Gaetano Panariello.
 I concerti del 8 e 13 dicembre 2015 si propongono di mettere in rapporto architetture sonore e spaziali, dando risalto alle potenzialità acustiche di alcuni ambienti della Certosa di S.Martino, come la celebre cassa armonica fanzaghiana del pavimento del coro della Chiesa, che il coro Mysterium Vocis sperimenterà per l'esecuzione di alcuni brani.
 Gioite tutti in suoni, in canti e in balli
Il Santa Claus Village, il Villaggio di Babbo Natale alla Mostra di Oltremare di Napoli. Un mondo fantastico per grandi e piccini in uno spazio di oltre 5000 metri quadri al coperto. Eventi, zone dedicate ai giochi, aree tematiche e casette con i mercatini natalizi. Il tutto nel padiglione n°10. Il Santa Claus Village in programma sino al 20 Dicembre. Il costo dell’ingresso sarà di 10 euro per gli adulti, 8 euro per i nonni over 65 e gratuito per i bambini e sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 16 alle 21 e il sabato, la domenica ed i giorni festivi dalle ore 10 alle ore 21.Ecco alcuni dei percorsi, giochi e divertimenti dedicati ai bambini: l’ufficio Postale: Arrivano lettere da bambini di tutto il mondo. Prima di imbucare la letterina, dovrete timbrarla. Gli allegri Elfi postini le faranno arrivare a destinazione. Ufficio Passaporti: Come in tutti i viaggi in posti lontani, anche per visitare il Santa Claus Village occorre il passaporto che verrà fatto nell’Ufficio Passaporti all’interno del Villaggio.
Spazi del Renaissance Naples Hotel Mediterraneo con natività, suonatori e re magi. Il sindaco Luigi de Magistris e l’assessore alla Cultura Nino Daniele hanno inaugurato la mostra di Riccardo Dalisi “In viaggio con la stella” nell’hotel in via Ponte di Tappia. Un percorso attraverso oltre 40 opere in rame, ferro battuto fiammato e verniciato del pluripremiato architetto che toccano i temi propri del Natale. In esposizione anche suggestivi disegni dell’architetto Dalisi. Tra i presenti al vernissage collezionisti, imprenditori, professionisti e artisti accolti dai padroni di casa Salvatore e Teresa Naldi e dal figlio Francesco. Tra finger food, bollicine e musica i ragazzi.
NAtività Napoli, gli eventi per un Natale a Napoli, sino al 6 gennaio 2015. Un Natale incentrato sul concetto della pace e del dialogo tra i popoli. Immagine guida della campagna di comunicazione, realizzata dall’Ufficio Comunicazioni del Comune di Napoli è “L’annunciazione con Madonna gravida”, attribuita a Belisario Corenzio ed esposta nella Cappella del Tesoro della Basilica della Santissima Annunziata Maggiore, molte iniziative in programma, dove il concetto della Natività è declinato in tutte le possibili forme espressive che il tema può generare e che gli artisti napoletani vorranno rappresentare nel campo della musica, del teatro, dell’arte, della filosofia, della scienza, dell’archeologia. Tante le location che accoglieranno le iniziative. Il luogo principale sarà la “Real Casa Santa dell’Annunziata”, dove l’evento principale sarà la mostra di Riccardo Dalisi, dal titolo “Annunciazione- Natività- Gioco Sacro”, che comprende 12 grandi sculture e disegni. I luoghi del Complesso accoglieranno, inoltre, concerti, reading, esposizione e performance.
 San Gregorio Armeno. Riaccese le luminarie, nel susseguirsi di botteghe antichissime e moderne l’icona della tradizione il presepe declinato in tutte le modalità. Pastori in legno, terracotta, plastica ed altri materiale ripropongono personaggi del passato e quelli del presente. Il Natale 2015 a Napoli conferma le tradizioni fiere a San Gregorio Armeno e a San Biagio dei Librai. Più di 60 eventi a carattere artigianale, artistico, turistico e commerciale che interesseranno il territorio della città dalle periferie al centro storico dai primi giorni di dicembre e fino alla prima decade di gennaio.Qui si susseguono botteghe specializzate nel presepe, all’interno delle quali e possibile trovare di tutto: dalle statuine classiche agli accessori per creare il presepe animato, dalle caricature dei personaggi famosi, Toto’ e Maradona in testa, al moschella, statua di pastore dalle dimensioni minuscole.Mercato Natalizio di Napoli ha quindi una caratteristica unica: e aperto tutto l’anno, dato che non si tratta di un mercato temporaneo, formato di banchi e stand, ma di una vera e propria zona della citta dedicata al Napoli.
Torri e Torroni è invece l'appuntamento tra arte ed assaggi in programma al Maschio Angioino per sabato 5 dicembre, un vero e proprio tour tra arte ed assaggi alla scoperta del castello per eccellenza simbolo della città. Nel chiostro di San Domenico Maggiore, sabato 5 e domenica 6 dicembre, sarà possibile ammirare presepi, sculture e dipinti realizzati da oltre 25 artisti, nonché ascoltare concerti di musica napoletana e natalizia ad ingresso gratuito; mentre il chiostro di Santa Chiara sarà aperto da venerdì 4 dicembre al pubblico con numerosi appuntamenti.

"Giugliano, la città Natale" (dal 5 dicembre al 5 gennaio). Promosso dal Comune di Giugliano e con il patrocinio della Regione Campania, il progetto è interamente dedicato alle fiabe del grande autore de’ “Lo cunto de lli cunti" Giovambattista Basile ed è stato realizzato in occasione delle celebrazioni del 450° anniversario della nascita. Il format prevede la trasformazione di Giugliano in un grande set-palco fiabesco che farà rivivere, come in un non luogo, la fantastica avventura narrata dal più grande favolista di tutti i tempi, con spettacoli, eventi e mostre...
Nel Chiostro del Convento di San Francesco da Paola a Cimitile, una tre giorni di eventi gratis. A partire da domenica 6 dicembre, infatti, degustazioni di birre speciali di Natale in bottiglia ed alla spina, piatti e specialità gastronomiche, opere d’arte, sculture e fotografie, e musica
Bacoli, che dal 30 Novembre 2015 al 5 Gennaio 2016 ospiterà il mercatino di Natale nel centro storico. Le strade interessate Via Gaetano De Rosa e Via Ercole, saranno addobbate con le luminarie e le casette per gli artigiani che esporranno le loro creazioni. La visita al mercatino di Natale di Bacoli sta diventando ogni anno, sempre di più, una tradizione ed un evento imperdibile. Molte sono le persone, famiglie e amici che decidono di recarsi al mercatino per acquistare i regali o le decorazioni per addobbare la propria casa.
ll centro storico di Avella si prepara ad accogliere presepi, mercatini e prodotti tipici che invaderanno le chiese di San Pietro, di San Giovanni e l’antico Convento Francescano. L’evento, a cura delle Associazioni locali e del Comune di Avella, ha l’obiettivo di diffondere la cultura del presepe napoletano. Oltre al presepe vivente e alla mostra “PresepiArte”, nei giorni della manifestazione sono previsti spettacoli e altre sorprese.
La Pro Loco di Cercola vi dà appuntamento con la settima edizione dei mercatini di Natale che si terranno presso Relais Villa Buonanno che ospiterà spettacoli, animazione, percorsi di luce, specialità enogastronomiche, la casa di Babbo Natale e tante altre sorprese! L’ingresso è gratuito
 Tempo di Natale anche ad Ercolano: il fulcro sarà, però, senz’altro la centralissima piazza Trieste. Proprio qui fino al 6 gennaio, faranno bella mostra di sé i classici mercatini natalizi, a cui si aggiungerà la presenza di un simpaticissimo trenino, la società Beducci per lasciarsi trasportare dalla magia del Natale. Sono due, in particolare, i percorsi pensati per i propri passeggeri: uno è riservato alle scuole materne, elementari e medie; l’altro è invece appannaggio di tutti. ...
 Natale in Villa con Concerti e mostra presepiale dal 6 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016al Parco sul mare della Villa Favorita in Ercolano. Le tradizioni delle festività natalizie, dal Settecento ai giorni nostri, esaltate attraverso l’artigianato presepiale e la musica, nella cornice di una delle più suggestive residenze di epoca borbonica del “Miglio d’oro”, la Villa Favorita di Ercolano: si presenta così la quindicesima edizione di “Natale in Villa”, manifestazione promossa dalla Fondazione Ente Ville Vesuviane, parentesi conclusiva della ventisettesima edizione del Festival delle Ville Vesuviane. Nella residenza storica – tra il parco e la Casina dei mosaici – sarà allestito un percorso espositivo con oltre quaranta creazioni presepiali a firma di ventisei maestri artigiani del territorio. Accanto a queste, l’opera “Mostra di presepi nell’esedra della Villa Campolieto” realizzata da Gaetano Ercole, Umberto Grillo e Luciano Testa, “La meraviglia” di Carmine Iossa in cera policroma raffigurante una ambientazione della Napoli del Settecento, e “La Natività” dell’Associazione Italiana Amici del Presepio (sez. Ercolano) realizzata nel 2003 e già esposta a Bruxelles. Il programma di eventi musicali è realizzato in collaborazione con l’Associazione Anna Jervolino e l’Orchestra da camera di Caserta. Si parte il 16 dicembre con il Duo Darclee, si prosegue il 18 con la pianista Laura Diana Nocchiero, il 23 con Eloisa Cascio, il 29 con le “Jazz Suite” duel duo Zampini-Oliva, il 30 con Fernanda Damiano, e ancora il 3 gennaio con “Alma Latina” di Claudio Cozzani e il 5 per uan chiusura con la chitarra di Domenico Giovanni Famà. "Galà Ristorazione per Eventi” cura infine uno spazio sull’arte dell’accoglienza, per presentare ai visitatori lo stile, i colori e le idee di una tavola natalizia moderna ma al tempo stesso legata alla tradizione.
 Quest’anno l’area adiacente la Villa comunale ed il Municipio di Marigliano, comune alle porte di Napoli, ospiterà la 1° Edizione di “ Natale in Fiera a Marigliano “. La Fiera natalizia metterà in mostra ed offrirà ai visitatori, prodotti fatti a mano da valenti artigiani ed hobbisti, prodotti tipici locali e prodotti caratteristici provenienti da altre realtà, oltre a tante idee utili per regali natalizi per grandi e piccini. Per i visitatori e gli espositori, previsto ampio parcheggio nei pressi delle aree espositive.
 A Roccapiemonte, a Piazza Zanardelli, tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00Esposizione di 8 stand con 18 artigiani che allieteranno i giorni dei mercatini. Ambiente suggestivo al centro della cittadina. I mercatini sono stati organizzati dal Comune di Roccapiemonte e la ProLoco locale, grande successo della scorsa edizione.
 Anche quest’anno il piccolo borgo di Conca sarà lo scenario di uno dei mercatini più caratteristici della Campania. Oltre 60 stand espositivi dove poter degustare i prodotti della nostra terra e ammirare l’arigianato locale;Escursione guidata presso le “Cascate di Conca”; Animazione per grandi e piccini; Spettacoli itineranti per il borgo con musiche e canti popolari; Maxi tombolata; Vin Brulè…. e tanto altro ancora.
A Torrecuso quest’anno, nel magnifico scenario de “LA FORTEZZA” imponente realtà vitivinicola , ricettiva anche e soprattutto dal punto di vista architettonica nel cuore del Sannio, in occasione della festività di Natale si trasforma in uno scenario suggestivo e molto accogliente, varcato il il cancello d’ingresso si viene avvolti da una magica atmosfera natalizia.
A Casali di Faicchio (Bn), grande attività per il “ComitatoPresepe Vivente”. Il Presepe Vivente in Casali di Faicchio, attraverso il percorso delle varie scene che ripropongono e fanno rinascere gli antichi mestieri nei vicoli dell'antico Borgo Storico "PORTI", fa rivivere la suggestiva atmosfera di Betlemme. A fare da cornice alla nascita di Gesù, ci sono pastori, massaie, lavandaie, il ciabattino, il fabbro, il pescatore, il falegname e tanti altri artigiani. Prima di entrare nel vivo del Presepe Vivente si può osservare la meravigliosa "Mostra Fotografica Storica del Presepe Vivente". Anche la “musica”e la “narrazione multimediale” avranno un ruolo rilevante, grazie alla filo-diffusione installata lungo tutto il percorso. Durante la visita, ci sarà lo scoppio e l'arrivo spettacolare della grande“Stella Cometa” che illuminerà di luce intensa, con l'apparizione dei “Re Magi”, il Presepe Vivente.Al termine della visita al Presepe Vivente, il Comitato Organizzatore offrirà a tutti i visitatori un piccolo omaggio a ricordo della visita alla manifestazione.Lungo il percorso saranno allestite locande per la degustazione di prodotti tipici locali e natalizi.
San Lorenzello paese della provincia di Benevento si prepara al Natale 2015 con uno sfavillio di luci. Nel cuore del Sannio, dove la ceramica ed il buon cibo sono di casa, dal primo al 31 dicembre illuminazioni notturne. Le piccole stradine del suggestivo borgo si accenderanno durante le festività natalizie di straordinarie opere d’arte luminose. L’evento, promosso dal comitato civico “Illumina il tuo paese”, offrirà ai visitatori un’atmosfera fantastica e magica di luci e colori attraverso vere e proprie opere d’arte realizzate dalla ditta “Lucifesta".
 Nella provincia di Napoli, si segnalano in particolare da venerdì 4 dicembre la mostra di 50 capolavori napoletani alla Reggia di Portici, tra dipinti e sculture; poi da venerdì 4 a Sorrento “M'illumino d'Inverno” alla scoperta di vicoli e botteghe storiche della cittadina.
Mercatino di Natale ad Avellino: Torna il mercatino natalizio della città di Avellino il progetto è stato realizzato per accogliere, promuovere le eccellenze del settore alimentare e diffondere i prodotti a marchio Dop, Doc e Docgdella provincia irpina e oramai rinomati in tutto il mondo. Dopo il successo della prima edizione, inaugurata a novembre dello scorso anno, ilMercatino di Natale della Città di Avellino sta richiamando la partecipazione di esercenti provenienti dalla Toscana, dal Trentino Alto Adige, dal Piemonte e dall’Emilia Romagna a testimonianza dello spessore dell’iniziativ che propone marchio e qualità. Anche quest’anno saranno allestiti gli spazi espositivi nelle casette in legno di abete messe a disposizione dal Comune. Sarà realizzato un vero e proprio villaggio nei pressi della Villa Comunale ma altre casette sanno disposte lungo tutto il Corso Vittorio Emanuele. Particolare risalto sarà dato anche ai prodotti artigianali tipici dell’Irpinia e non solo: castagne, funghi, formaggi, vini, olio, dolci tradizionali, miele e derivati, marmellate ma anche merletti e pizzi, sculture in legno e ceramiche, presepi e addobbi particolari per l’albero.
Dopo il successo dello scorso anno, anche quest’anno si terrà a Limatola (BN) la mostra mercato di Natale dell’artigianato. Gli espositori di Cadeaux al Castello (presso il Castello di Limatola) sono dei veri e propri artisti che con la loro arte e la loro manualità renderanno ancora una volta unica una delle manifestazioni natalizie più belle ed importanti in Italia. Il mercatino durerà fino all’8 dicembre 2015 dalle ore 10 alle ore 23. L’esposizione sarà suddivisa in settori: allestite delle mostre d’arte presepiale nella Cappella di San Nicola e nelle antiche cucine del Castello. Gli ospiti della manifestazione saranno accolti da sputafuoco, giocolieri, gospel, musiche natalizie, dame in abiti d’epoca e da profumato vin brulé mentre i più piccoli troveranno un simpatico Babbo Natale che li delizierà con leccornie e caramelle. Dentro e fuori le mura sarà possibile trovare anche vari punti di ristoro con prodotti di eccellenza locali.

Messe, serate ed iniziative di beneficenza

06.12 ore 12.00 Celebrazione Eucaristica Chiesa SS Crocifisso e S. Rita Napoli
 07.12 ore 11.30 Ospedale dell’Annunziata : Inaugurazione Struttura solidale “Un farmaco per tutti”
 07.12 ore 18.00 Celebrazione Eucaristica a Regina Paradisi – Camaldoli
 08.12 ore 11.00 Celebrazione Eucaristica Chiesa del Gesù Nuovo – Discorso alla Città, in Piazza del Gesù
 08.12 ore 20.30 Serata di Beneficenza . Teatro Posillipo
 09.12 ore 11.00 Conservatorio : Dialoghi con la Città con il sociologo prof. Luigi Caramiello
 09.12 ore 19.00 Auditorium della RAI – Asta di beneficenza con Tullio De Piscopo
 11.12 ore 11.00 Palazzo di Giustizia – Cerimonia di Commiato del Presidente della Corte d’Appello dott. Antonio Buonaiuto
 12.12 ore 12.00 Forum al Corriere del Mezzogiorno
 12.12 ore 17.00 Cattedrale, Apertura della Porta Santa del Giubileo della Misericordia (Raduno ore 16.30 Chiesa Santi Apostoli via S. Sofia, Donnaregina, Processione)
 14.12 ore 16.30 Celebrazione Eucaristica a S. Francesco di Paola in piazza del Plebiscito con le Forze Armate
 16.12 ore 17.30 Museo Diocesano, Dialoghi con la Città
 17.12 ore 11.00 Scuola Virgilio 4 a Scampia, Incontro con Docenti e studenti
 18.12 ore 10.00 Museo Diocesano in largo Donnaregina, Auguri di Natale - Scuole elementari
 18.12 ore 11.30 Palazzo di Giustizia – Cerimonia di Commiato del Presidente del Tribunale di sorveglianza, dott. Carmine Antonio Esposito
 18.12 ore 18.30 Celebrazione Eucaristica in Santa Restituta Cattedrale con l’ AIDDA Ass. Donne Imprenditrici e Dirigenti d’Azienda
 20.12 ore 11.00 Giubileo dei disabili – Cattedrale
 20.12 ore 18.00 Celebrazione Eucaristica a Regina dei Gigli – S. Giorgio a Cremano
 24.12 ore 23.30 Celebrazione Eucaristica della Vigilia – Messa della notte in Cattedrale
 25.12 ore 12.00 Celebrazione Eucaristica del Natale in Cattedrale, Diretta televisiva TvLuna
 27.12 ore 11.00 Celebrazione Eucaristica Parrocchia S. Rocco in Ponticelli
 29.12 ore 12.30 Pranzo con i poveri – Salone Arcivescovile largo Donnaregina
 30.12 ore 12.15 Carcere di Secondigliano – Pranzo con i carcerati
 31.12 ore 10.00 Celebrazione Eucaristica al Carcere di Poggioreale
 31.12 ore 17.30 Cattedrale Celebrazione del TE DEUM
 01.01 ore 18.00 Marcia per la pace da piazza del Gesù e Celebrazione Eucaristica in Cattedrale


 

Mostre

 ANTONELLO DA MESSINA fa tappa a Napoli con Ritratto d’uomo  sino al 10 gennaio. L'iniziativa nell’ambito della rassegna L’Ospite illustre Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano Sede museale di Intesa Sanpaolo a Napoli 5 dicembre 2015 - 10 gennaio 2016
Il capolavoro proviene da Palazzo Madama - Museo Civico d’Arte Antica di Torino. Tre opere del Seicento napoletano della collezione di Palazzo Zevallos Stigliano protagoniste di una mostra a Palazzo Madama nello stesso periodo Il Ritratto d’uomo, anche se eseguito in anni successivi, consente di rievocare l’apprendistato del maestro messinese nella bottega napoletana di Colantonio, segnato dagli influssi della pittura fiamminga, provenzale, borgognona e valenzana, che rappresenterà un momento fondamentale per gli esiti del suo percorso artistico.


Oltre cinquanta capolavori – tra dipinti e sculture – sono i protagonisti della mostra “I capolavori della Città Metropolitana di Napoli” che, dal 25 novembre 2015 al 7 gennaio 2016, si divide tra due importanti sedi napoletane: Palazzo Matteotti e la Reggia di Portici.
 L’esposizione, curata da Luisa Martorelli, si svolge nell’ambito di “illuminiamo i monumenti dentro e fuori”, il progetto promosso dalla Città Metropolitana di Napoli articolato in una serie di mostre, proiezioni, convegni scientifici, tavole rotonde e incontri letterari.
Nella prima sede, il Palazzo di Piazza Matteotti, si evidenzia l’importanza dell’edificio con la sua architettura razionalista, al centro di una riqualificazione urbanistica del tutto innovativa per la città negli anni del ventennio fascista, ubicato tra il Palazzo delle Poste e la casa del Mutilato. L’itinerario artistico parte sin dall’ingresso, con il portale riccamente decorato, prosegue lungo i due piani dello scalone monumentale e conduce alla Sala Cirillo dove si concentra un primo nucleo della mostra. Qui, vi si trovano sculture e dipinti che illustrano la storia dell’istituzione della Provincia di Napoli dall’età postunitaria ad oggi, con alcune opere emblematiche come l’acquerello del Cavallo sfrenato, commissionato nel 1876 dal duca di San Donato a Filippo Palizzi e il Ricordo del II Congresso Provinciale del 1905 dipinto su pergamena di Alfredo Girosi. Oltre ad essi, una serie di ritratti di personaggi celebri che furono veri sostenitori dell’arte e incoraggiarono la politica culturale dell’Italia unita, a Napoli e nella sua provincia.

Il secondo corpus di opere è esposto alla Reggia di Portici nelle dieci stanze del piano Nobile, antica residenza borbonica svuotata, nel 1866, del suo arredo oltre che delle originarie collezioni di pittura.


Nell’ambito dell’edizione 2015 del Premio Elsa Morante, l’Associazione Culturale Premio Elsa Morante -onlus-, che fa della manifestazione culturale un evento capace di abbracciare molteplici ambiti della comunicazione, della creazione e del sapere, per la morte di Elsa Morante, avvenuta esattamente trent’anni fa, organizza la mostra pittorica di Luigi Nappa “L’isola di Arturo”, e la mostra fotografica di Eliana Esposito “Il mio sguardo ti dice”, inquadrata nell’ambito del progetto internazionale “he for she” e concepita come un omaggio all’idea morantiana de “La Storia”. Tjuna Notarbartolo è curatrice delle mostre. L’esposizione prosegue poi fino al 30 gennaio presso la Galleria della Biblioteca Benedetto Croce in via De Mura, al Vomero. 



MAN svela la Patartemide. Al Museo Archeologico Nazionale cinque sculture a parete riscoprono l'Artemide di Efeso. L'occhio di una artista come Rosaria Matarese ne svela l'antica dea. Nella Sala Mostre del piano terra, l'esposizione "Patartemide" di Rosaria Matarese, a cura di Dario Giuliano su iniziativa del Servizio Educativo resta aperta sino all'11 gennaio 2016 secondo gli orari di apertura del Museo. Un’aura “patafisica” avvolge l’Artemide di Efeso: l’eccezionalità dei materiali di cui è fatta la statua del Museo di Napoli, il suo aspetto ieratico ma “eccessivo”, la straripante abbondanza delle figure simboliche di cui è contornata e specialmente l’ininterrotto gioco di interpretazioni cui ha dato vita quella corona di pendenti sotto il collo, hanno ispirato le invenzioni in mostra di Rosaria Matarese. 























 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Teatro

 

Filumena Marturano a Napoli per Natale. Per Natale a Napoli non può mancare il grande teatro. Nel teatro di Eduardo, una commedia di Eduardo, a due mesi dalla morte di Luca De Filippo con un gruppo di straordinari protagonisti: Nello Mascia, James Senese e Gloriana.
Al Teatro San Ferdinando, in scena dal 25 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016, FILUMENA MARTURANO di Eduardo De Filippo con la regia Nello Mascia e con Gloriana (Filumena Marturano), Nello Mascia (Domenico Soriano) Cloris Brosca (Rosalia Solimene), Giancarlo Cosentino (Alfredo Amoroso) Ferdinando Maddaloni (l’Avvocato Nocella), Francesca Golia (Diana) Antonio D’Avino (Michele), Antonio Filograno (Umberto) Gianluca d’Agostino (Riccardo), Rosella Amato (Lucia cameriera) Valentina Elia (Teresina sarta), Sergio Caporaso (Facchino); musiche James Senese, aiuto regia Ferdinando Maddaloni, scenografia Raffaele Di Florio, costumi Luca Sallustio, direttore della fotografia Lucio Sabatino. Una produzione Arteespettacolo e Prospet.

Commenti

commenti