Il 14 giugno 2017 alle ore 10.00, presso la sala riunioni, al terzo piano dello storico Palazzo Du Mesnil, sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Napoli l’Orientale, si terrà l’incontro dal titolo Criminalità organizzata e università.
L’evento scaturisce dalla pubblicazione online, in lingua inglese, del numero zero della neonata rivista internazionale I-LanD International Journal, dal titolo: “The Discursive Representation of Globalised Organised Crime: Crossing Borders of Languages and Cultures”, a cura di Giuseppe Balirano, Giuditta Caliendo e Paul Sambre. La rivista scientifica Identity, Language and Diversity Journal raccoglie contributi originali di studiosi che, animati da un comune interesse per questioni relative a identità, lingua e diversità, esplorano nuovi percorsi critici e teorici con approfondimenti puntuali ed aggiornati legati alle problematiche del sociale.
In quanto organo ufficiale di divulgazione scientifica dell’omonimo centro interuniversitario di ricerca, I-LanD Research Centre, con sede presso il Dipartimento di Studi Linguistici, Letterari e Comparati dell’UNIOR che sotto l’egida del Prof. Giuseppe Balirano (docente di Lingua e Linguistica inglese UNIOR) ospita oltre cento studiosi italiani e stranieri, la rivista trae beneficio dalla caratteristica peculiare della ricerca proposta dal Centro che fonde in un’unica struttura competenze e conoscenze interdisciplinari. Rappresenta, pertanto, lo strumento ideale per dare visibilità alla ricerca scientifica svolta in molteplici realtà accademiche a livello nazionale ed internazionale, con l’obiettivo di contribuire alla divulgazione e al consolidamento degli studi e all’avanzamento della riflessione scientifica sul rapporto tra lingua e identità etnica e culturale, lingua e identità sessuale e/o di genere, nonché su forme di variazione linguistica derivanti da contaminazioni/ibridazioni di generi, discorsi e tipologie testuali in una prospettiva semiotica sociale.
Il numero zero della rivista si è occupato dello spinoso tema della criminalità organizzata globale e pertanto raccoglie contributi di studiosi di linguistica inglese provenienti da università italiane e europee diverse, ma accomunati da un interesse congiunto per l’analisi del discorso dei media attraverso una lente critica che esplora diverse metodologie nell’ambito degli studi della linguistica inglese.
L’evento prevede la partecipazione dell’Assessora Alessandra Clemente del Comune di Napoli. L’assessorato ai Giovani, Politiche Giovanili, Creatività e Innovazione del Comune di Napoli, che fin dalla suo insediamento ha lavorato sul territorio per incidere sulle condizioni materiali, culturali e sociali necessarie affinché il talento napoletano possa esplodere in città, ha inserito l’evento tra le iniziative di Giugno giovani 2017. L’evento sarà moderato dai proff. Luigi Maria Sicca, docente di Organizzazione Aziendale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II e Rosario Sommella, docente di Geografia presso l’Università degli Studi di Napoli l’Orientale. La partecipazione alla tavola rotonda di docenti universitari di settori scientifici disciplinari molto diversi tra di loro sottolinea l’importanza e il desiderio della rivista e del Centro di ricerca di elaborare un approccio interdisciplinare volto all’analisi globale delle delicate tematiche trattate. Molto spesso si accusa l’Università di essere un luogo di cultura astratto, in cui il rapporto diretto con la società è spesso difficile da tracciare. L’Orientale, sempre in prima linea sulle problematiche sociali che affliggono il nostro territorio e latrice di valori culturali che attraversando le singole specificità delle discipline superano confini nazionali, è sicuramente la sede più adatta al lancio di una rivista accademica che è fortemente legata alla divulgazione di difficili temi sociali, con lo scopo di superare le barriere geografiche reali, ma molto spesso anche solo fittizie proponendosi come strumento di trasformazione culturale. Parlare di camorra, mafia e altre associazioni criminali in accademia e soprattutto attraverso un contributo che supera i limiti delle singole discipline, in un raccordo quindi debitamente interdisciplinare, offre la possibilità a studiosi, non solo italiani, di comprendere il fenomeno della criminalità organizzate attraverso spunti innovativi e nuovi approcci critici.
Dopo i saluti istituzionali tenuti dalla Prof.ssa Elda Morlicchio, Rettrice dell’Università Orientale, alla tavola rotonda parteciperanno il direttore del centro I-LanD, Prof. Giuseppe Balirano, le due giovani caporedattrici della rivista, Prof.ssa Giuditta Caliendo (Université de Lille, Francia) e prof.ssa Maria Cristina Nisco (Università di Napoli ‘Parthenope’). Ci saranno inoltre interventi del Prof. Tessuto (Università della Campania ‘Luigi Vanvitelli’), esperto di inglese legale e direttore del centro di ricerca CRILL e della Prof.ssa De Cesare (UNIOR) che presenterà il prossimo numero della Rivista. Alla tavola rotonda parteciperà l’editore napoletano, Paolo Loffredo che pubblica la rivista online.

Commenti

commenti