Napoli, un weekend ricco di sorprese

Paratissima Napoli

dal 2 al 4 giugno – dal Museo a piazza Bellini

Per tre giorni, 2, 3 e 4 giugno 2017, una piccola area urbana verra’ animata da opere di giovani artisti e da eventi e performance distribuiti nei vari giorni. L’intento e’ di offrire occasioni di espressione ai giovani artisti e, contemporaneamente, di realizzare un nuovo clima di vitalita’ urbana capace di coinvolgere sia la comunita’ locale che i turisti e i curiosi.

Oltre 70 artisti, in massima parte emergenti, 24 diverse location, un percorso ricco e pieno di sorprese che come un insolito open museum si snoda da piazza Museo, lungo la Galleria Principe di Napoli e via Broggia, passando per via Bellini, vico Spadaro e via Conte di Ruvo, attraversando la suggestiva via Costantinopoli, e quindi concludersi a piazza Bellini.

E se il Museo Archeologico apre come di consuetudine i battenti all’arte contemporanea, sedi ancor meno abituali diventano altrettante quinte espositive: sono negozi, caffe’, ristoranti, osterie, parrucchieri, atelier.

Arte, ma non solo pittura. Ce n’e’ per ogni performer: dalla fotografia alla musica, dalla scultura al teatro, senza contare video proiezioni, poesia, design, un laboratorio per la libera espressione dei bambini, persino estemporanee degli studenti dell’Accademia di Belle Arti.

Il progetto, inserito nel calendario cittadino del “Giugno dei Giovani 2017”, e’ autonomo ed autofinanziato, ha gia’ trovato lusinghiere adesioni ed e’ la risultante della collaborazione tra il Comune di Napoli, l’Associazione culturale napoletana ArteinMovimento e la torinese Ylda, in sintonia con Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Accademia di Belle Arti di Napoli, le associazioni culturali ViviQuartiere, Evidenti e Napulitanata ed una cordata di privati il cui elenco si allunga via via.

Another brick in the world, questo il concept dell’iniziativa. L’idea di costruire un muro d’arte, volto a rivitalizzare le sorti di questa bellissima citta’. I muri non sono tutti uguali. I muri non vengono innalzati solo per delineare confini, dividere spazi, allontanare stati d’animo o persone. I muri possono essere l’inizio di qualcosa di bello di partecipato, le fondamenta per qualcosa di nuovo, da costruire e ricostruire (…) per ridare linfa vitale ad una citta’ che ha ancora molto da raccontare.

_______________________________________________

SETTIMANA DELLA CULTURA COREANA

Napoli, Maschio Angioino, 5-8 giugno

Mostre, spettacoli, dibattiti, apertura di una sede diplomatica: Napoli diventa la porta di accesso a una delle culture piu’ influenti dell’Estremo Oriente. Da lunedi’ 5 giugno il capoluogo campano ospitera’ la Settimana della Cultura Coreana, un’occasione unica per conoscere in prima persona l’arte e la storia della Repubblica asiatica.

Cornice d’eccezione della kermesse, promossa dall’Istituto Culturale Coreano in collaborazione con il Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo, sara’ il Maschio Angioino, dove dal 5 al 7 giugno si alterneranno una serie di iniziative culturali, tra cui la proiezione della pluripremiata pellicola Masquerade di Chang-Min Choo, una galleria fotografica e la mostra Hanji Viaggio nei territori della carta realizzata in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Roma, un concerto lirico, con l’esclusiva presenza della soprano Shin Della(prevista anche l’interpretazione di classici napoletani), e che culmineranno nell’inedito spettacolo Jump, mix tra ironia e arti marziali, per la prima volta in Italia.

Nel corso della manifestazione i visitatori potranno, inoltre, partecipare ogni giorno a diverse attivita’ – laboratori: sara’ per esempio possibile indossare il costume coreano Hanbok, creare un ventaglio tradizionale personalizzato o realizzare uno specchietto portatile con decori in carta Hanji.

Tutti gli eventi in programma sono gratuiti

A testimoniare la volonta’ di creare un legame strutturale tra Napoli e il Paese asiatico, la Settimana della Cultura Coreana fara’ da cornice all’apertura del Consolato Onorario della Repubblica di Corea a Napoli, che verra’ inaugurato, con una cerimonia in forma privata, mercoledi’ 7 giugno pressol’Istituto Denza (via Discesa Coroglio, 9) dall’Ambasciatore della Repubblica di Corea in Italia Choi Jong – hyun e dal neo Console Onorario della Repubblica di Corea a Napoli Dario Scalella.

Infine, giovedi’ 8 giugno, alle ore 10.30, presso l’Universita’ degli Studi di Napoli L’Orientale, a circa un mese dalle elezioni presidenziali nella Repubblica di Corea che hanno decretato la vittoria di Moon Jae-in, alcuni leader del partito democratico, esperti e autorevoli osservatori tracceranno i possibili scenari del nuovo corso governativo nel convegno South Korea Under a New Administration, promosso in collaborazione con l’Istituto di Affari Internazionali. Inaugurato ad ottobre 2016 a Roma, l’Istituto Culturale Coreano diretto da Soo Myoung Lee e’ un organismo ufficiale dello Stato della Repubblica di Corea e ha lo scopo di promuovere e di diffondere la lingua e la cultura coreana in Italia attraverso l’organizzazione di eventi e corsi di cultura coreana.

————————————————-

PROGRAMMA

Lunedi’ 5 giugno

  1. Attivita’ laboratoriali – Maschio Angioino, ore 17.00 – 19.00

  2. Masquerade”, proiezione pellicola coreana del regista Chang-Min Choo – Antisale dei Baroni del Maschio Angioino, ore 19.00

Martedi’ 6 giugno

  1. Attivita’ laboratoriali – Maschio Angioino, ore 17.00 – 19.00

  2. Concerto Lirico a cura dell’Associazione Musicale Coreani in Italia e dell’Associazione Cantanti Coreani in Italia, con la partecipazione della soprano Shin Della – Piazzale Maschio Angioino, ore 20.30

Mercoledi’ 7 giugno

  • Inaugurazione della mostra “Viaggio nei territori della carta” realizzata in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Roma – Sale Vesevi, ore 10.00 -19.00

  • Inaugurazione del Consolato Onorario della Repubblica di Corea a Napoli – Istituto “Denza” (via Discesa Coroglio, 9)

  • Attivita’ laboratoriali – Maschio Angioino, ore 17.00 – 19.00

  • Performance di Taekwondo in collaborazione con la Federazione Italiana di Taekwondo – Piazzale Maschio Angioino, ore 20.00

  • Jump”, performance comica di arti marziali acrobatiche – Piazzale Maschio Angioino, ore 20.30

Giovedi’ 8 giugno

  • Convegno “South Korea Under a New Administration” promosso in collaborazione con l’Istituto di Affari Internazionali – Universita’ degli Studi di Napoli “L’Orientale”, ore 10.30

————————————————-

CINEMA: MASQUERADE, IL CAPOLAVORO DI CHANG-MIN CHOO

[Antisale dei Baroni del Maschio Angioino, lunedi’ 5 giugno ore 19.00]

Campione d’incassi in patria e vincitore di ben 15 Grand Bell Award (tra cui Miglior film, regia, attore e attore non protagonista, sceneggiatura e fotografia), “Masquerade” di Chang-Min Choo e’ uno dei piu’ recenti capolavori del cinema coreano. Il film e’ dedicato alla misteriosa figura di Gwanghae, quindicesimo re del regno di Joseon (sul trono dal 1608-1623). Dai modi tirannici, ordina al suo fidato segretario della Difesa Heo Gyun di trovargli un sosia che possa sostituirlo al trono, al fine di evitare le continue minacce di assassinio. Heo Gyun riesce a ingaggiare un mimo di professione di nome Ha-Seon. Il re Gwanghae viene avvelenato e, di conseguenza, Ha-Seon diviene reggente fino alla guarigione. Durante questo periodo il protagonista si dimostra molto piu’ umano e benevolo del vero re, portando un’atmosfera positiva all’interno del palazzo reale. Il sosia, quindi, attraverso una serie di artifizi, prende le redini del regno e diventa uno dei sovrani piu’ amati nella storia della Corea.

Nel frattempo a corte qualcuno si insospettisce del repentino cambiamento di rotta del sovrano e inizia a indagare.

CONCERTO LIRICO: LA PASSIONE COREANA PER IL MELODRAMMA

[Maschio Angioino, martedi’ 6 giugno ore 20.30]

Puo’ stupire, ma la lirica e’ una delle passioni piu’ popolari tra il pubblico coreano e sono numerosi i musicisti e i cantanti che vengono a formarsi in Italia, patria del melodramma. Alcuni dei piu’ apprezzati interpreti coreani del bel canto, il mezzosoprano Oh Yunyeong, il soprano Jang Jiwoo, il baritono Seungwan Liu, i soprano Jeonghee Jo e Cholong Park, il tenore Seunghyun Choi, accompagnati dalle pianiste Kamsa Kim e Kwag Jongrey, eseguiranno celebri pa€ssaggi delle opere di Puccini, Verdi, Bizet e renderanno omaggio alla tradizione napoletana con “Passione”(Bovio-Tagliaferri-Valente), “Santa Lucia”, “Mattinata”, “Core’ngrato” e “O sole mio”.

Ospite d’eccezione sara’ il soprano Shin Della.

Il concerto e’ curato dall’Associazione Musicale Coreani in Italia e dell’Associazione Cantanti Coreani in Italia.

JUMP, TRA ARTI MARZIALI E COMICITA’

[Maschio Angioino, mercoledi’ 7 giugno ore 20.30]

Presentato in esclusiva e per la prima volta in Italia, evento clou della “Settimana della Cultura Coreana” sara’ “Jump”, spettacolo comico di arti marziali acrobatiche. Ambientata in una tipica casa coreana che accoglie una famiglia non altrettanto tipica, Jump e’ un’inedita performance messa in scena da nove artisti specialisti di Taekwondo, Taekkyun e altre arti marziali, con personalita’ poliedriche: il nonno particolarmente autoritario, il padre che come unico competitore riconosce solo il nonno, lo zio sempre ubriaco, la madre che si definisce la piu’ bella ma anche la piu’ forte, la figlia bellissima ma anche molto pericolosa, il suo fidanzato con una doppia personalita’. Questa famiglia, in continua competizione, si trova davanti a un nemico comune: due ospiti inaspettati nel bel mezzo della notte. Cosa succedera’ ai ladri sprovveduti, che pensavano di trovare una normale famiglia immersa nel sonno? Riusciranno ad uscire vivi da questa casa?

A introdurre lo spettacolo sara’ una performance di Taekwondo in collaborazione con la Federazione Italiana di Taekwondo, in programma alle ore 20.00


MOSTRA “VIAGGIO NEI TERRITORIO DELLA CARTA HANJI

[Sale Vesevi del Maschio Angioino dal 7 al 21 giugno]

La lavorazione della carta occupa nella cultura tradizionale coreana un posto centrale. Ai gesti di questa lavorazione e ai preziosi valori che essi nascondono e’ dedicata la mostra “Viaggio nei territori della carta Hanji”. Essa riassume il percorso intrapreso nel 2016 dai professori dell’Accademia di Belle Arti di Roma Laura Salvi e Riccardo Ajossa, gia’ esperti nella produzione della carta a mano con metodologie orientali ed occidentali.

Grazie alla generosita’ dell’Ambasciata della Repubblica di Corea, l’Accademia e’ stata messa nelle condizioni di ricevere in dono la strumentazione originale per la manifattura Hanji, composta da vasca, telaio, ponitore e fibre, avviando un percorso di sperimentazione e conoscenza approfondita della carta Hanji stessa.

LABORATORI: TUTTI COREANI PER UN’ORA

[Maschio Angioino, 5-7 Giugno ore 17.00 – 19.00

Nel corso della Settimana della Cultura Coreana, i visitatori potranno indossare il costume tradizionale Hanbok e, insieme a esperti e maestri, potranno partecipare a due laboratori per la lavorazione della carta tradizionale Hanji dedicati rispettivamente alla creazione di ventagli tradizionali e di uno specchietto portatile.

Sara’ inoltre possibile ricevere il prorpio nome scritto in calligrafia coreana su carta Hanji.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito

Commenti

commenti