Un Napoli cinico trova una vittoria importantissima  contro la Lazio che vale il conseguimento del terzo posto. Il Napoli non fa una grossa partita: si segnala  per un grande Huguain, un ottimo esordio di Strinic, una buona tenuta della difesa. Continuano ancora le problematiche note: Benitez sbaglia il cambio, fa uscire un discreto Mertens e fa entrare il solito Hamsik, sempre lento e molle nelle rare occasioni in cui si è messo in luce. Lo slovacco continua ad essere un grosso problema per il Napoli. Benitez se ne sta rendendo conto ed infatti preferisce ad inizio partita De Guman ad Hamsik.

Comunque tutto bene quel che finisce bene; il Napoli avrà prossimamente ancora un grosso avversario per il terzo posto, il Genoa di Gasperini. La lotta per il terzo posto diventa sempre piu’ difficile, ma il Napoli non la deve sbagliare.

RAFAEL: 6 Non deve compiere alcun grosso intervento; comunque si dimostra sicuro tra i pali. MAGGIO: 6 Gioca una buona partita, si oppone bene a Keita , preciso nei disimpegni; commette un grave errore consentendo alla Lazio con Cavanda  di avere la miglore occasione della partita

KOULIBALY: 6.5 Gioca una buona partita difensiva, conquista numerose palle alte; commette una grave leggerezza ad inizio, poi si riprende

ALBIOL: 7 Tra i migliori del Napoli; Djordjevic non lo supera mai.  Forse la migliore partita di questo campionato

STRINIC: 6,5 Un ottimo esordio, non sbaglia nulla; annulla Candreva; è bravo anche nel proporsi in avanti

GARGANO: 6,5 tanta grinta e recuperi di palla;   si segnala anche per qualche buona ripartenza

DAVID LOPEZ: 6 Si piazza davanti ala difesa; non si mette particolarmente in luce, compie un buon lavoro oscuro, ma dimostra grossi limiti nel rilanciare l’ azione con la palla a terra.

CALLEJON 6: Non ha grossi sbocchi in avanti; più prezioso in fase difensiva che offensiva.                                                                                                              

DE GUZMAN: 6 Corre tanto per la  squadra, ma non si segnala per la sua specialità, ossia l’ ingresso in area partendo da lontano (JORGINHO, dal 37° s.t.: s.v.)

MERTENS: 6,5 Non è ancora il Mertens dello scorso anno, ma è sicuramente il giocatore azzurro piu’ insidioso quando si accentra e conclude.(HAMSIK, dal 16° s.t.: 5 Un disastro; con il suo ingresso il Napoli subisce di piu’; non riesce mai a rilanciare il Napoli con qualche buona ripartenza)
HIGUAIN: 7,5 Un grande gol regala la vittoria del Napoli; anche se è poco assistito dai compagni, fa tuutto da solo: trova il gol e sfiora il secondo gol personale nel secondo tempo. 8 (DUVAN, dal 41° s.t.: s.v.)

Commenti

commenti