Nuovo look per strade di Napoli e per alcuni mesi nella zona Orientale e Collinare nuovi dispositivi di traffico e di circolazione bus pubblici.

ZONA ORIENTALE

Le prime arterie che saranno interessate a lavori di completa trasformazione, a partire dal 13 aprile, sono via Brecce a sant’Erasmo e di via nuova delle Brecce, a seguire via Emanuele Gianturco e via Galileo Ferraris.

I lavori di totale rifacimento stradale consisteranno anche nella creazione di ampi marciapiedi con pista ciclabile, in una nuova illuminazione a led, nella messa a dimora di alberature, oltre alla riqualificazione dei sottopassi di via Gianturco e di via Ferraris e alla completa revisione e sistemazione dei sottoservizi delle quattro strade.

Inoltre, le alberature e il tipo speciale di asfalto fotocatalitico previsti consentiranno un effettivo miglioramento delle condizioni ambientali.

Per i tratti di via G. Ferraris e via E. Gianturco, in questa prima fase, si effettueranno approfonditi carotaggi propedeutici all’inizio dei lavori calendarizzati comunque per l’estate del 2015 per concludersi entro l’anno in corso, con una durata complessiva dei lavori delle quattro strade di otto mesi.

Per i lavori che iniziano domani è stato istituito, a partire da lunedì 13 aprile e fino al 31 luglio, un particolare dispositivo di traffico temporaneo in via Brecce a Sant’Erasmo, e via Nuova delle Brecce, dalla confluenza con via delle Industrie fino a termine strada (direttrice verso via M. Palermo), e precisamente il divieto di transito veicolare:

in via Brecce a Sant’Erasmo, dalla confluenza con via G. Ferraris fino alla confluenza con via E. Gianturco;

in via Nuova delle Brecce, dalla confluenza con via delle Industrie fino a termine strada (direttrice verso via M. Palermo).

In deroga ai predetti divieti potranno accedere alla zona dei lavori: veicoli dei residenti e domiciliati; mezzi delle Forze dell’Ordine; mezzi di soccorso ed emergenza; veicoli adibiti al carico e scarico di merci per le attività ivi presenti; veicoli diretti ai passi carrai con stalli di sosta fuori sede stradale.

Per consentire i lavori è stato istituito il divieto di sosta in via Brecce a Sant’Erasmo e via Nuova delle Brecce.

ZONA COLLINARE

Sempre il 13 aprile prendono il lavori interventi stradali che e durano circa 60 giorni i lavori di manutenzione straordinaria del tratto di via Camillo Guerra compreso tra piazzetta Guantai a Nazareth e Largo Decina.

L’intervento, che interessa una arteria di fondamentale importanza per i collegamenti fra Marano e la zona Ospedaliera e per la quale l’ultima manutenzione stradale era stata eseguita circa 20 anni fa, rappresenta il terzo di più interventi eseguiti in diversi momenti e che hanno interessato via Camillo Guerra. Con questo tratto si arriverà ad oltre 1,5 km di strada ripavimentata.

Sul tratto dei lavori che partono lunedì 13 verranno realizzati i marciapiedi su entrambi i lati e verrà riconfigurata la carreggiata stradale mediante realizzazione di un’unica corsia centrale di larghezza pari a 3,50 m sulla quale sarà istituito, a lavori ultimati, il senso unico di marcia in direzione Marano.

 

 

Per la durata dei lavori il tratto di via C. Guerra fra piazzetta Guantai a Nazareth e Largo Decina resterà chiuso al transito (ad eccezione dei residenti e degli autorizzati) ed il collegamento tra la zona a monte e valle del cantiere sarà garantito dall’istituzione del doppio senso di circolazione in via Mandracchio/via Vicinale Piscinelle ai Guantai con limitazione al transito per i veicoli con portata a pieno carico superiore a 3,5 t (eccetto mezzi pubblici e di soccorso).

Relativamente al trasporto pubblico, le linee che saranno interessate dall’attivazione del cantiere sono le linee urbane C44 ed N4, e le linee suburbane 143 e 144, che saranno modificate come di seguito indicato:

le linee 144 e 143 saranno soppresse;

la linea C44 proveniente da V. Suarez giunta a Cappella Cangiani percorre via S. Ignazio da Loyola, via Nazareth e proprio percorso (non raggiunge l’Eremo);

la linea N4 proveniente da Cappella Cangiani percorre via S. Ignazio Da Loyola, Via Nazareth, via Guerra, via Orsolone ai Guantai e proprio percorso.

Contestualmente, per quanto riguarda l’area che interessa il versante che si affaccia sulla zona ospedaliera, si é disposta l’istituzione di 2 navette che effettueranno i seguenti percorsi:

Istituzione navetta 643 sul seguente percorso: P.le Cardarelli, V. Cardarelli, V. Pietravalle, V. Pansini, V. Montesano, Largo Cangiani, V. S.Ignazio Da Loyola, V. Dell’Eremo, V. S. Ignazio Da Loyola, Cappella Cangiani, V. M. Semmola, V. A. D\’Antona, V. Cardarelli, Piazzale Cardarelli (Stazionamento);

Istitituzione navetta 644 sul seguente percorso: P.le Cardarelli, V. Cardarelli, V. Pietravalle, V. Pansini, V. Montesano, Largo Cangiani, V. S. Ignazio Da Loyola, piazzetta Nazareth, via Nazareth, via Guantai, V. L. Bianchi, Largo Cangiani, V. M. Semmola, V. A. D’Antona, V. Cardarelli, Piazzale Cardarelli (Stazionamento).

Per quanto riguarda l’area che interessa il versante che si affaccia sulla zona di Marano, si é disposta l’istituzione di 2 navette che effettueranno i seguenti percorsi:

Istituzione Navetta 1: via Puccini a Marano, V. Marano Quarto, V. Del Mare, rotonda Città Giardino, V. Marano Pianura, V. C. Guerra, piazza Decina, V. Soffritto, p.zza Decina, V. Soffritto, V. C. Guerra, V. Marano Pianura, rotonda città Giardino V. Del Mare, via Casalanno, V. Marano Quarto, V. Puccini (Stazionamento)

Istituzione Navetta 2: In partenza da Torre Caracciolo percorre V. Romano, V. Marano Pianura, V. C. Guerra, p.za Decina, V. Soffritto, p.za Decina, via Guerra, Marano, via Marano Pianura e via Marano.

 

 

Commenti

commenti