La più bella prestazione del Napoli da inizio campionato. Sette gol in una unica partita non si sono mai visti in questo campionato. Due triplette di Hamsik e Mertens ed un gol di Insigne, altri tre gol facili sbagliati: il Napoli poteva vincere anche con una decina di gol di scarto. Dispiace per i due punti persi con il Palermo, se non avessimo perso quei due punti il Napoli avrebbe potuto allungare ancora di piu per il secondo posto, tenuto conto che la Roma deve affrontare la Fiorentina. Zielinski, Insigne e Reina hanno fatto anche loro ottime prestazioni. Prossima partita con il Genoa, una partita sulla carta facile, ma come si è visto con il Palermo delle partite facili non c’e’ mai di fidarsi.

Reina 7 – Non è chiamato per la verità a grandissimi interventi, ma para il rigore di Destro e dai suoi piedi parte l’azione del 2-0 e molte delle ripartenze azzurre.

Hysaj 6,5 – Sul cross si schiaccia troppo su Maksimovic, poteva fare probabilmente qualcosina in più. Per il resto sbaglia poco, uscendo con grande qualità palla al piede.

Albiol 6,5 – Non sbaglia quasi nulla. Guida bene la linea difensiva ed esce con grande qualità per la prima impostazione con i triangoli con Hamsik e Diawara.

Maksimovic 6 – Poche responsabilità sul gol subito. I rischi più grossi li corre quando ha il pallone tra i piedi, ma se la cava con qualche brivido e tanta fiducia nei propri mezzi tecnici.

Ghoulam    6,5 – Quando c’è prevalentemente da spingere riesce a dare il meglio. Soprattutto nel primo tempo pennella palloni al centro a ripetizione. Nella ripresa ha più campo per portare palla e lo fa con grande forza fisica.

Zielinski 7,5 – Taglia il campo con un cambio di passo non comune. Alle qualità fisiche unisce una qualità notevole, trovando sempre il varco giusto. Propizia il secondo e quarto gol (dal 73′ Giaccherini 6 – Un quarto d’ora per riprendere confidenza con la partita, in vista della prossima quando mancherà Callejon)

Diawara    7 – Si fa fatica a credere che sia un ’97. Fischiato ad ogni tocco di palla, sfodera una prestazione di personalità, sostanza, ma anche qualità facendo scattare tante ripartenze. Non reagisce a diversi fallacci ma Sarri lo richiama in panchina (dal 62′ Allan 6 – Entra a risultato acquisito, gestendo bene diversi palloni, ma senza strafare)

Hamsik 9 – Una serata indimenticabile. La tripletta lo porta a quota 109 gol, al secondo posto dei bomber della storia del Napoli, superando Sallustro e con Diego a -6. Bellissimo il tuffo che sblocca il match, altrettanto gli altri due entrambi all’incrocio.

Callejon 4,5 – Pennella l’assist per Hamsik, ma appare nervoso, irriconoscibile. Salta col braccio largo in area e provoca il rigore, rischiando il rosso che poi arriva per una follia su Nagy. Dopo 113 gare per squalifica interromperà la sua striscia di gare consecutive.

Mertens 9 – Imprendibile. Entra per due volte in porta il pallone, saltando praticamente tutti, in mezzo ci mette anche una punizione che beffa Mirante. A questo aggiungiamo un assist no-look per Hamsik e l’espulsione provocata a Masina. Il capocannoniere della serie A.

Insigne    7,5 – In ripartenza è letale. Di fronte a Mirante è freddo nel siglare il 2-0 che indirizza la partita dopo appena 6′. Ha la lucidità per spingere decine di transizioni, partendo dalla propria metà campo, con grande qualità (dall’80’ Rog sv)

Commenti

commenti