Da Napoli Europa solidale

Mercoledì 15 Marzo 2017, alle ore 16:00, presso la Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, avrà luogo l’evento “Napoli per un’Europa giusta e solidale” organizzato dal Partenariato Ceicc Europe Direct Napoli per celebrare il 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma.

L’iniziativa sarà aperta dai saluti istituzionali del Sindaco Luigi De Magistris e dell’Assessore ai Giovani del Comune di Napoli Alessandra Clemente. A seguire è confermata la presenza di un esponente della rappresentanza in Italia della Commissione Europea per discutere del processo di integrazione e delle azioni messe in campo dalle Istituzioni per le sfide che l’Europa dovrà affrontare per il futuro. Sul tema un approfondimento sarà curato da Giuseppe Cataldi, ordinario dell’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” in “Diritto internazionale” e Roberto Mastroianni, ordinario dell’Università degli studi di Napoli “Federico II” in “Diritto dell’Unione Europea“.

Successivamente verrà dato spazio al dibattito con domande e interventi provenienti dalla società civile napoletana, associazioni studentesche e organizzazioni con cui il Ceicc Europe Direct Napoli quotidianamente è in contatto.

 Al termine dell’evento si assisterà a un piccolo momento musicale, organizzato dal Coro della Città di Napoli diretto dal Maestro Morelli che accompagnerà la cerimonia di accensione delle luminarie blu, colore ufficiale dell’Unione Europea, a rappresentare la volontà di una città “europeista” anche se con spirito critico, quale è Napoli, di partecipare e contribuire al processo di costruzione di un’Europa dei popoli più giusta ed eguale.

Il 2017, infatti, è un anno fondamentale per il rilancio del processo di integrazione europeo, ed è necessario sostenere un cambio delle politiche che vada a rafforzarne i valori fondanti.

L’iniziativa vuol lanciare un messaggio in questo senso interloquendo con i rappresentanti dell’Unione Europea, delle Istituzioni locali e del mondo accademico, in un momento pubblico di confronto con la cittadinanza sulle prospettive future del processo di integrazione dell’Unione Europea, nell’anno in cui ricade sia il 60° anniversario dei Trattati di Roma sia il 30° del programma Erasmus.

Commenti

commenti