Con una solenne celebrazione, presieduta dal Cardinale Crescenzio Sepe, inizia il Giubileo della Misericordia nella Chiesa di Napoli, sabato 12 dicembre 2015. Domani, dunque, anche Napoli entra nel vivo delle celebrazioni legate a questo straordinario avvenimento.

A questa speciale liturgia sono invitati: presbiteri, diaconi, religiosi, religiose, laici delle comunità parrocchiali, delle associazioni e dei movimenti ecclesiali.

Alle ore 16,30 tutti si raduneranno nella Chiesa dei Santi Apostoli (via Santa Sofia-Donnaregina) per una breve processione fino a varcare insieme la Porta Santa della  Cattedrale, dove sarà celebrata la Santa Messa della terza domenica di Avvento.

Tale suggestivo rito darà inizio all’Anno della Misericordia, che offrirà l’opportunità di fare una più grande esperienza della tenerezza di Dio e,  nello stesso tempo, di essere più pieni di comprensione per il prossimo.

Per disposizione del Cardinale Arcivescovo, è sospesa la celebrazione della Messa vespertina festiva nelle Chiese parrocchiali della Città di Napoli, onde favorire la partecipazione dei sacerdoti e dei fedeli alla solenne inaugurazione dell’Anno Santo straordinario della Misericordia.

Nei due decanati cittadini, comunque, resterà aperta una Chiesa per consentire di assisterà alla Santa Messa a quanti non hanno la possibilità di raggiungere la Chiesa Cattedrale.

 

Il Rituale Romano afferma che il Vescovo nella sua Diocesi, o gli altri prelati equiparati dal diritto ai vescovi diocesani, ha la facoltà di impartire la Benedizione Papale con annessa indulgenza plenaria tre volte l’anno nelle festività solenni di sua scelta, usando il rito appositamente preparato per tale occorrenza.

Papa Francesco, in occasione del Giubileo della Misericordia, ha concesso a tutti i vescovi del mondo la possibilità di impartire la Benedizione Papale con l’annessa indulgenza altre due volte, rispetto alle tre sopramenzionate: la prima al termine della Celebrazione di Apertura dell’Anno Santo nelle Chiese locali, la seconda al termine della Celebrazione conclusiva del Giubileo nelle Chiese locali il 13 novembre 2016.

 

 

 

Commenti

commenti