Entro il prossimo 15 febbraio 2015 aspiranti direttori generali di venti musei italiani dovranno inviare le candidature.  Una commissione composta da esperti dovrà selezionare una terna di candidati per ciascuno di 20 musei. Presentato dal MIBAC il bando di selezione pubblica per titolo e colloqui. L’incarico sarà a tempo determinato e durerà quattro anni. Il manager dei musei italiani dovrà puntare alla realizzazione di risultato per integrare lo stipendio tra i 78 e 145 mila euro. Tra i compiti assegnatigli quello di stabilire l’importo dei biglietti di ingresso.

Nel mese di maggio i candidati ritenuti più idonei, fino a un massimo di 10 per ciascuna struttura, sono convocati per un colloquio all’esito del quale la commissione individua una terna di candidati per ogni istituto da sottoporre al Ministro o al Direttore generale Musei.

L’individuazione del candidato è operata, nell’ambito della terna proposta dalla commissione, rispettivamente dal Ministro per i musei di cui alla lettera  e dal Direttore generale Musei per i musei di cui alla lettera avvalendosi dell’analisi condotta dalla commissione, tenuto conto altresì delle eventuali preferenze indicate dai partecipanti alla selezione all’atto della candidatura.

Commenti

commenti