Quarantotto ore a parlare di mozzarella. Studiosi, esperti, produttori e chef celebrano il grande formaggio del Sud nell’evento Le Strade della Mozzarella.  A ‘raccontarla’ un team dell’alta gastronomia che si alternerà nelle sale e nei giardini dell’elegante Savoy Beach Hotel, moderati da alcune delle più importanti firme della critica gastronomica internazionale.  Saranno i pluristellati Pino Cuttaia, del ristorante La Madia di Licata (AG), e Massimo Bottura, dell’Osteria Francescana di Modena, ad aprire e chiudere la rassegna. In mezzo una parata di talenti, tutti impegnati nel regalare al pubblico presente l’emozione di piatti unici, interamente dedicati alla Mozzarella di Bufala Campana DOP.

 “La realizzazione per l’ottavo anno consecutivo di questa splendida manifestazione, conferma l’impegno che il Consorzio pone per promuovere e tutelare uno dei formaggi più amati al mondo – dichiara Domenico Raimondo, Presidente del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOPL’altissimo livello degli chef partecipanti e l’attenzione che questi avranno nei confronti della Mozzarella DOP è un plus che valorizza oltremodo un prodotto già straordinario di suo”.

 “Un viaggio essenziale” sarà il tema del congresso di cucina d’autore; digeribilità, salute, concentrazione dei sapori, valorizzazione delle materie prime, questi i focus intorno ai quali le star dell’alta cucina si confronteranno. A fare da cornice alla Mozzarella di Bufala Campana DOP, un’accurata selezione di eccellenze: dallo Champagne alla Pasta di Gragnano, dall’olio extravergine di oliva ai pomodori, dai Rossi toscani alle farine più pregiate. E, a proposito di farine, va ricordato che un’attenzione particolare sarà riservata alla pizza napoletana, protagonista anche della serata conclusiva che si svolgerà all’Oleandri Resort.

 “Quello de Le Strade della Mozzarella è un format eccezionale – afferma Antonio Lucisano, Direttore del Consorzio di Tutela – e non è certo un caso che anche dall’estero ci giungano tante richieste di replicare la manifestazione. Arriviamo infatti a Paestum dopo un tour che ci ha visti impegnati, nei mesi corsi, a Ginevra e a Londra, dove abbiamo riscosso un successo che è andato oltre le più rosee aspettative. Questo a dimostrazione di come La Mozzarella di Bufala Campana DOP sia sempre più apprezzata e richiesta sulle tavole di tutto il mondo, con delle prospettive di crescita nell’export addirittura difficili da immaginare. Sta ora a noi, e alle istituzioni, non perdere un’opportunità fondamentale per l’economia dell’intero meridione”.

Commenti

commenti