L’ Opera Omnia del Maestro Antonio Tammaro in mostra nella Sala delle Esposizioni di Castel dell’Ovo, sabato 18 aprile. E’ una retrospettiva con cui la città di Napoli rende omaggio al Maestro Antonio Tammaro, pittore e scultore napoletano, uomo legato agli ambienti culturali di Benedetto Croce e di Luigi Caldieri, uno dei più significativi artisti dell’arte contemporanea del 900 italiano. La mostra è curata da Antonella Giordano, scenografa e pittrice, erede artistica del Maestro Tammaro e dalla curatrice Marina De Feo, esperta in politiche di conservazione e valorizzazione del patrimonio storico artistico.

Veri e propri capolavori di arte contemporanea, pezzi unici provenienti da collezioni pubbliche e private, verranno esposti al pubblico per indagare, in un percorso espositivo a ritroso, la forte ed originale personalità di uno degli artisti più prolifici dello scenario artistico partenopeo.

In occasione dell’inaugurazione verrà presentato alla stampa l’annullo filatelico speciale di “Poste Italiane” appositamente realizzato per la decorrenza del centenario della carriera del Maestro con la scultura in bronzo “Umanità” realizzata nel 1937 ed attualmente esposta presso Castel dell’Ovo.

Nell’arco della serata, il Presidente del Pompei Cinema Festival, Raffaele De Luca, consegnerà il Premio Speciale alla Cultura “Il Fauno Danzante” ad Antonella Giordano, nipote del Maestro Antonio Tammaro.

La mostra patrocinata dal Comune di Napoli e dalla Regione Campania raccoglie opere pittoriche, disegni ed opere scultoree che documentano in particolare gli ultimi quarant’anni del percorso artistico del Maestro e sarà visitabile fino al 17 Maggio 2015.

Catalogo: “Le Radici del Futuro-Arte”, Giorgio La Pira Edizioni, periodico diretto dalla giornalista Maria Mezzina.

Orari apertura mostra: Lunedì-Sabato h.9.00-19.00 Domenica e festivi h10.00-13.45

Ingresso gratuito.

Vernissage. Sabato 18 Aprile alle ore 16.00 a Castel dell’Ovo, Via Eldorado (Borgo Marinaro) Napoli.

Commenti

commenti