Montevergine mostra l’Oro della Madonna

Per la prima volta in esposizione 35 preziosissime icone raffiguranti la Vergine Theotòkos, la Madre di Dio con il Bambino.

Le icone, veri gioielli di arte e fede datati tra il XVII e il XIX secolo in gran parte provenienti dalla Russia, ma anche dalla Grecia e dai Balcani sono una testimonianza di inestimabile valore dell’iconografia cristiana e d’Oriente.

Volti intensi e teneri alla stesso momento, espressione di una profondità semplice nei tratti ma preziosa per la luce dell’oro da cui nascono.

L’evento è inserito nel progetto L’Oro di Montevergine programmato per favorire il  collegamento tra il turismo religioso indirizzato al Santuario  di Montevergine e quello storico-culturale, naturalistico ambientale ed enogastronomico del territorio di Mercogliano e del Parco del Partenio. “Si è trattato– si legge in una nota degli organizzatori – di una iniziativa che  per la prima volta ha avuto ad oggetto un intervento turistico-culturale integrato, che vede coinvolti l’amministrazione comunale di Mercogliano, la Comunità Benedettina e una serie di partner pubblici e privati sul territorio. Un mix di offerta che si prefigge di rappresentare un incentivo a visitare le aree interne della Campania e arricchire il valore complessivo dell’offerta turistica di Montevergine-Mercogliano”.

Nel corso dell’anno 2015 sono state svolte una serie di attività di valorizzazione.

 

L’ORO DELLA MADONNA

Theotòkos. I volti della Madre di Dio

Mostra di Icone sacre / Palazzo Abbaziale di Loreto, Mercogliano

Dicembre – Gennaio 2016

Per la foto L’Oro di Montevergine – Teatro al Loreto, Foto di Michele Mari / Mediateur

Commenti

commenti