Matteo Renzi, per la prima volta a Caserta nelle stanze di Maria Carolina
Matteo Renzi per la prima volta alla Reggia di Caserta e per la prima volta nelle stanze della regina. La Reggia di Caserta si riappropria di oltre 7 mila metri quadrati di spazi da destinare alla collezione Terrae Motus, a centro congressuale, eventi e archivio di Stato. Ed il premier Renzi con i ministri Pinotti e Franceschini non ha voluto mancare la celebrazione di questo momento. Gli spazi tolti ad un altro ramo dello Stato, Difesa, sono parte del complesso vanvitelliano destinato un tempo alla regina Maria Carolina. Luigi Vanvitelli pose la prima pietra il 20 gennaio 1752 e progettò una reggia che avesse un grande appartamento per il Re ed un altro per la Regina. Salendo il monumentale scalone separati dalla cappella Palatina ci sono le stanze del Re, oggi appartamenti storici aperti al pubblico, e sulla destra le stanze della Regina, utilizzate dal 1926 dagli uffici della Scuola superiore della Pubblica amministrazione e dalla scuola sottoufficiali dell’Aeronautica militare.
“E’ davvero una meraviglia. L’Italia riparte da Caserta.- ha detto il premier Renzi intervendo nel teatrino di corte della Reggia al termine del concerto delle voci bianche del Teatro San Carlo – Il piano di restituzione dei beni ex Difesa non più idonei sta andando avanti. E qui è davvero tutto molto bello”-
Renzi ha visitato l’intero complesso dove non era mai stato prima ed ha ricevuto una delegazione dei comitati della Terra dei Fuochi.

Commenti

commenti