MANN in mostra gli AMORI DIVINI

Mostra da visitare in pantofole. I visitatori potranno accedere nelle sale con pavimenti pompeiani dopo aver indossato dei copri scarpa ‘pantofole’

Amori Divini in mostra al MANN di Napoli dal 7 giugno e sino al 10 ottobre è un percorso espositivo nelle sale della Villa dei Misteri che esplora l’amore attraverso la seduzione e la trasformazione. I miti greci dell’amore, quelli raccontati da Ovidio e quelli riletti da grandi artisti come  Giambattista Tiepolo, Baccio Bandinelli, Bartolomeo Ammannati e Nicolas Poussin sono esposti nelle meravigliose sale del MANN ricoperte dai pavimenti di Pompei ed Ercolano. Tesori nei tesori che offrono ai visitatori un nuovo viaggio nell’arte antichissima e più recente attraverso l’esposizione di 80 opere provenienti dai siti vesuviani e più in generale dalla Magnia Grecia e da alcuni prestigiosi musei come i Musei Vaticani, l’Hermitage di San Pietroburgo, il Louvre di Parigi, il J. Paul Getty Museum ed il Kunsthistorisches di Vienna.

E così i miti di Danae, Leda, Dafne, Narciso sono raccontati dalle pitture parietali e vascolari, dalle sculture in marmo ed in bronzo, dalle gemme e da preziosi suppellettili e da dipinti in un vortice di movenze, colori, chiaroscuri e materiali che consegnano al visitatore spunti per immaginare gli amori degli dei.  La mostra, curata da Anna Anguissola e Carmela Capaldo, con Luigi Gallo e Valeria Sampaolo, promossa dal MIBAC con l’organizzazione di Electa, intende mostrare tutti quegli amori che sono accumunati dalla trasformazione: uno dei protagonisti, uomo, donna e dio, muta forma trasformandosi in animale, in pianta in oggetto o in fenomeno atmosferico.

Commenti

commenti