Sei giovani donne della Sanità issano il baldacchino sul quale è posta la Madonna della Sanità che ritorna nella Grotta di Santa Maria alla Sanità, la cripta delle Catacombe di San Gaudioso, in occasione della cerimonia inaugurale dei restauri degli affreschi. Le ragazze l’accompagnano sino dinanzi la parete sulla quale sarà posta. E’ un breve percorso dalla nova alla vecchia Chiesa, ma  è un evento che svela tradizioni secolari, devozioni religiose e capacità degli uomini di conservare e tutelare i preziosi tesori artistici. L’immagine della Madonna della Sanità, ritenuta miracolosa, è una delle più antiche rinvenute in Campania.  Risalirebbe al V secolo e sarebbe stata posta lì dove nel 452 fu sepolto San Gaudioso. E’ da secoli meta di devozione anche se sino al 1569 fu inghiottita dalla lava della collina di Capodimonte. Una tempesta la riportò alla luce e da allora è meta di pellegrinaggio. File di fedeli accorrevano per pregare e chiedere la guarigione da mali diversi. I frati domenicani a cui nel frattempo era stato assegnato il sito dovettero disciplinare l’accesso alla grotta. La Madonna spostata temporaneamente nella Basilica superiore è ritornata alla sua postazione originaria in occasione dei restauri che hanno riguardato il meraviglioso sito, condotti dal novembre 2015 dalla Soprintendenza per le Belle Arti e Paesaggio di Napoli con il coordinamento di Maria Teresa Minervini. Un lavoro sapiente e complesso con uno staff di esperti che hanno riportato agli antichi splendori gli affreschi dei 13 martiri seppelliti nella cripta. Completamente anneriti dall’umidità ed aggrediti da croste nere e muffe gli affreschi di Bernardino Fera sono stati egregiamente restaurati ritornando ad essere un imponente ciclo pittorico posto sulle pareti laterali della grotta. Gli esperti sono riusciti ad eliminare le microlesioni mettendo in sicurezza i colori.  La grotta che appare nel suo splendore è diventata da circa tre anni il cimitero del quartiere Sanità. Infatti, sotto gli altari riposano anche molti abitanti del quartiere Sanità.

Commenti

commenti