Il potenziamento del Made in Campania all’estero può avvenire soprattutto ampliando le conoscenze dei mercati  che scelgono prodotti di qualità. Una area interessante è quella dei Paesi Arabi che sono alla continua ricerca di Made in Italy ed in Campania di elevata qualità.  Un focus interamente dedicato a paesi come Kuwait city, Qatar, Dubai ed Egitto ha messo a confronto competenze scientifiche, manageriali e tecniche.  L’obiettivo è stato quello di aprire una finestra sulle opportunità di esportazione con una particolare attenzione all’aspetto formativo nell’agroalimentare ed alle problematiche connesse alle legislazioni ivi esistenti.

Intorno al tavolo studiosi, tecnici ed esperti . Al termine dell’incontro una visita anche alla struttura ADISU ORIENTALE, complesso che garantisce il diritto allo Studio degli studenti universitari dell’Orientale.

Hanno preso parte Franco Paolo Iannuzzi, direttore generale per lo sviluppo economico e le Attività produttive della Regione Campania, Ricccardo De Falco, direttore Eurosportello Azienda speciale CCIAA Napoli, Pasquale Buonocore, direttore generale di Eccellenze Campania, in teleconferenza, Maurizio Massari, Ambasciatore Italiano in Egitto, coordinati da Gianpaolo Varchetta, presidente Ossservatorio East & Far East con interventi di Paolo Masi, direttore dipartimento di Agraria dell’Università degli  Studi di Napoli, Federico II, Vito Amendolara, presidente Osservartorio per la Dieta Mediterranea della Regione Campania, Sergio Bolletti Censi, laboratorio pubblico privato Linfa Scarl, Bruno Uccello,  Ceo di Technology Biz, Filippo Morese, responsabile Simest Campania, Marco Cozzolino Eurosportello Azienda Speciale CCIIAA NApoli,  Antonio Piluso, presidente Federazione provinciale Unci, Salerno, Guglielmo Chinese, presidente del Polo Made in  Campania, Lucio Parascandalo, presidente della rete di imprese del Made in Campania, Enrico Martusciello, presidente Mac Egypt Contract Co, Pasquale Mormile, Laboraotrio pubblico privato Marea Scarl, Antonio Adolfo, East & far East.

Commenti

commenti