Un prodotto ancora poco conosciuto la cui caratteristica è quella di essere naturale ed avere effetti benefici sulla salute: sono queste in sintesi le peculiarità dell’olio di CBD, che può essere ricavato dalla cannabis o direttamente dalla canapa

MagnesiumQuest’ultima impostazione è quella che si tende a privilegiare, oltre che quella in grado di garantire un prodotto assolutamente naturale senza l’aggiunta di alcune sostanze chimiche che potrebbero rivelarsi nocive per l’organismo.
Il CBD è il cannabidiolo, ovvero uno dei principi attivi presenti nella canapa e che più degli altri viene utilizzato dalla ricerca proprio per le sue facoltà curative e per il fatto di non avere particolari effetti indesiderati sull’organismo.
Ma quali sono nel concreto le caratteristiche dell’olio di CBD e le sue applicazioni? Prima di tutto, si tratta di un prodotto molto ricco di sali minerali, fibre, potassio, magnesio e antiossidanti. Il che gli conferisce una spiccata utilità anche in veste di integratore alimentare da usarsi in una dieta sana ed equilibrata.
Tra i benefici maggiormente riscontrati vi sono il rinforzo delle difese immunitarie, un supporto per il bilanciamento dei processi fisiologici corretti e una regolarizzazione del metabolismo. Un suo utilizzo costante risulta importante anche per alleviare disturbi quali ansia, depressione, stress generico, insonnia, dolori cronici e infiammazioni varie.

Questo per quanto riguarda l’aspetto nutrizionale e relativo a disturbi lievi, ma diversi studi sull’olio di CBD hanno evidenziato un impatto positivo anche su patologie più gravi. L’olio viene ad oggi usato in alcuni paesi per fronteggiare l’epilessia infantile. È il caso degli Usa, e in particolare di alcuni stati quali Georgia e Alabama, nei quali si sta portando avanti una sperimentazione in questa direzione.
Sempre in termini medici l’olio è stato spesso utilizzato per altri disturbi gravi come diabete, sclerosi multipla, malattie cardiache e Parkinson; è importante sottolineare che l’utilizzo dell’olio di CBD si è rivelato utile non per guarire queste patologie, ma per lenire gli effetti che esse portano. Il tutto senza gravare in altro modo sulla salute dato che, come detto, si tratta di un prodotto naturale realizzato senza supporto di sostanza nocive.

In definitiva, un modo alternativo di utilizzare la canapa andando a sfruttarne quelle che sono le proprietà benefiche; tanto da un punto di vista alimentare quanto curativo. In alcuni paesi questo approccio è già realtà e l’olio di CBD viene impiegato con costanza.

 

 

Commenti

commenti