Quaranta acquerelli di Lino Fiorito, artista molto legato a Napoli. Questo legame traspare dalle opere in mostra da mercoledì 21 gennaio e sino al 14 febbraio Al Blu di Prussia. La mostra inaugura alle ore 18, la stagione espositiva della galleria, spazio multidisciplinare di Giuseppe Mannajuolo diretto da Mario Pellegrino.  E’ una  personale “Stelle” di Lino Fiorito a cura di Maria Savarese.

In esposizione, una raccolta di 40 acquerelli realizzati da Fiorito in momenti diversi, tra novembre e dicembre 1998, alcuni a Colonia, altri a Napoli. Altri ancora, i disegni più grandi, nati a Napoli nel gennaio 1999 sono ispirati ad una possibile messa in scena del testo teatrale “Stelle”. Un progetto poi accantonato, che vede ora la luce in questa mostra. Il testo di Trucillo sarà letto da Andrea Renzi in occasione dell’inaugurazione della mostra. Completa la mostra un libro-catalogo dal titolo “Stelle” (ArtStudioPaparo) che racchiude le immagini dei lavori in mostra di Lino Fiorito, il testo teatrale e alcune poesie di Luigi Trucillo e una conversazione tra l’artista, il poeta e la curatrice della mostra Maria Savarese.

Lino Fiorito, nato a Ferrara, ha vissuto dal 1985 a Roma, poi a New York e ora vive tra Napoli e Colonia. Nel 1986 ha fondato a Napoli con altri artisti la galleria Idra Duarte, uno spazio no-profit che ha esposto il lavoro di numerosi giovani artisti. Figura atipica nel panorama artistico italiano alterna il suo lavoro tra il teatro, il cinema e le arti visive designando un modo personale di trattare la dimensione visiva e scenica dei progetti ai quali partecipa. Fondamentale l’incontro con Mario Martone, Angelo Curti, Andrea Renzi, Pasquale Mari, Daghi Rondanini, amici con i quali avrebbe poi formato il gruppo Falso Movimento, quindi, Teatri Uniti. Protagonista di numerose mostre in Italia ed all’estero, in Italia, nel corso degli anni, ha lavorato con la galleria Carlo Virgilio e Magazzino dell’ arte Moderna di Roma, la galleria Corraini di Mantova e, a Napoli, con le gallerie Trisorio, Morra e più recentemente Al Blu di Prussia.

 Gino Trucillo,  Premio Napoli per la poesia 2009 con Darwin  (Quodlibet 2009), Luigi Trucillo è nato a Napoli. Autore di numerose opere in versi  per Cronopio, Donzelli, Quodlibet, nel 1998 pubblica  Polveri, con illustrazioni di Lino Fiorito (Cronopio);  con Lezione di tenebra (Cronopio 2007), è supervincitore del premio Lorenzo Montano 2008. Una selezione delle sue poesie è stata tradotta in tedesco. Nel 2010 è apparsa presso Elliot la sua rielaborazione, scritta insieme a Renato Benvenuto,  del testo del “Flauto Magico” per L’Orchestra di Piazza Vittorio. Nella primavera del 2013 ha pubblicato presso Mondadori il suo primo romanzo, Quello che ti dice il fuoco, i cui diritti sono stati venduti in Germania.

ORARI DELLA MOSTRA: Sino al prossimo 14 febbraio, mar-ven 16.30-13; 16-20; sabato 10.30-13 e 16.30-20. Ingresso libero.

Commenti

commenti