La grotta cimitero. Nel cuore di Napoli, nel cuore della Sanità, nella grotta miracolosa, quella nella quale da poco è ritornata la Madonna della Sanità, la Madonna, che curava e faceva miracoli, da circa tre anni ritornano ad essere seppelliti i morti.  Nella grotta cripta delle catacombe di San Gaudioso, all’interno di Santa Maria della Sanità, negli altari dei martiri sono conservate le ceneri degli abitanti del quartiere. Un elenco di nomi è l’indizio, per chi non lo sa, che all’interno ci sono ceneri umane. Sedute per terra donne e bambini piangono i loro morti. “Il parroco don Antonio Loffredo – dice una donna – ha autorizzato queste sepolture perchè comprare una sepoltura in un cimitero è costoso. Qui è gratis e possiamo venire a pregare quando vogliamo, anche più volte al giorno. Ci sono le urne con le ceneri dei nostri cari”.

E così la grotta che in origine ospitava il corpo di San Gaudioso ritorna ad essere luogo di riposo per la gente del quartiere. La Sanità quartiere a ridosso di via Foria era considerata area fuori le mura e dunque zona dove erano possibili le sepolture. Sepolture che sono avvenute fuori e dentro le chiese sino agli inizi del ‘800. Poi i divieti e l’impossibilità di usare le chiese per tumulare o inumare le salme.

A distanza di circa due secoli, nella chiesa di Santa Maria la Sanità ritorna la possibilità di avere un posticino per il riposo eterno, unica condizione essere cenere.

Commenti

commenti