La grande regista Cinzia TH Torrini a Vico per il Festival che si svolge nella cornice della Penisola sorrentina dove buon cibo, benessere, artigianato, trasporti,  ospitalità, e commercio sono ingredienti per consentire agli ospiti, giornalisti e pubblico del Social World Film Festival di godersi una straordinaria rassegna.

Con Cinzia TH Torrini, ospite della giornata di lunedi 24, il Social World Film festival 2017 si arricchisce del contributo di una delle registe più impegnate del cinema italiano attuale. A lei il ruolo di presidente della giuria di qualità selezione cortometraggi del Social World Film Festival. Dall’alto della sua decennale esperienza, la grande regista ha raccomandato ai giovani di “rompere gli schemi”, puntare sull’originalità, sperimentando e utilizzando anche le nuove tecnologie, fino a trovare un proprio linguaggio, sempre partendo dalla profonda conoscenza del passato. A proposito della famosa sigla “TH” nel suo nome, spiega: “È una sigla che metto nel mio cognome fin da quando avevo 12 anni e firmavo i miei disegni. Per me è sempre stato importante mettere quel TH nelle cose che faccio e quando viene omesso o dimenticato, ne soffro. È una cosa talmente personale e intima, che non ho mai svelato il significato a nessuno, nemmeno a mia madre”. Nata a Firenze il 5 settembre 1954, la regista, che ha iniziato la carriera come fotografa, ha esordito come regista nel 1981 cin “Ancora una corsa”, poi nel 1982 produce e gira “Giocare d’azzardo”, con Piera Degli Esposti e Renzo Montagnani, tra il 1983 e il 1984 realizza vari documentari per la Rai, nel 1985 gira insieme ad Enzo Monteleone “Hotel Colonial”, con Massimo Troisi. Tra il 1987 e il 1988 realizza numerosi documentari. Tra il 1989 e il 1990 per la TV gira Plagio, un thriller di denuncia contro le sette pseudoreligiose. Negli anni ’90 gira per la tv “La colpevole”, “Dalla notte all’alba”, “L’aquila della notte”, “L’ombra della sera”, “Morte di una strega”, “Teo”, “Kidnapping – La sfida”, “Ombre, “Iqbal”. Nel 2000 gira “Piccolo mondo antico”, mentre tra il 2001 e il 2003 dirige lo strepitoso successo televisivo “Elisa di Rivombrosa”. Nel 2004 è la volta di “Don Gnocchi – L’angelo dei bimbi”, Nel 2009 di “Tutta la verità”, nel 2010 di “Terra ribelle” e nel 2011 “La Certosa di Parma”.  La regista presiede, assieme a Laura Morante, il Mercato europeo del cinema giovane e indipendente del Social World Film Festiva, il pomeriggio di di mercoledì 26 luglio nel Complesso Monumentale S.S. Trinità e Paradiso di Vico Equense.

Commenti

commenti